Il Palazzetto di Gravina di Catania finanziato per oltre 1mln di euro. Verrà demolito e ricostruito

Gravina-Alcamo
Gravina-Alcamo

Con la pubblicazione del decreto dirigenziale n. 918 del 15 novembre 2017 è stato riconosciuto al Comune di Gravina di Catania un finanziamento di un milione e ottocentomila euro, con fondi regionali della Protezione Civile,  per la realizzazione del nuovo palazzetto dello sport.  Si tratta dell’importo più consistente tra gli interventi finanziati nella provincia di Catania. “Il palazzetto dello sport di via Don Bosco – spiega il responsabile dell’Ufficio Lavori pubblici del comune di Gravina Alberto La Spina – poiché inserito nel Piano Comunale di Protezione Civile quale edificio strategico,  è stato sottoposto a verifiche sismiche di livello uno e due per accertarne la sua staticità.  A seguito di queste verifiche abbiamo partecipato a una richiesta di finanziamento  in osservanza ad un’ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile,  la n. 293 del 2015,  che ci ha consentito di poter concorrere al finanziamento per la demolizione e la  ricostruzione del palazzetto dello sport. La struttura – continua il funzionario comunale – assolverà quindi a una duplice funzione,  fondamentale per la cittadinanza gravinese, sia  in quanto edificio strategico nell’ambito del Piano Comunale di Protezione civile,  sia come struttura sportiva. Il nuovo fabbricato sarà realizzato con le caratteristiche di ultimissima generazione con tutti i requisiti sulla sicurezza strutturale degli edifici pubblici”. “A nome dell’Amministrazione desidero esprimere la nostra soddisfazione – ha dichiarato il sindaco di Gravina di Catania Domenico Rapisarda –  per la concessione di questo finanziamento. Ringrazio l’Ufficio comunale Lavori pubblici, il suo responsabile e tutti i suoi collaboratori,  per essersi  attivato per tempo in modo da farsi trovare pronti alla scadenza del bando.  Con il nuovo palazzetto dello sport daremo una risposta concreta ai tanti atleti che avranno la possibilità di usufruire di un edificio moderno e adeguato alle nuove esigenze. A cominciare dal campo di gioco che attualmente, trattandosi   di  una struttura fine anni ’70, non è adeguato allo svolgimento dei campionati nazionali ma che nel nuovo impianto sarà omologato per tutti i campionati, oltre ai posteggi e tutto quello che consente alle famiglie e agli sportivi di accedere in un luogo sicuro e funzionale”. I passaggi successivi saranno adesso la notifica del decreto di finanziamento all’Amministrazione comunale e il successivo avvio dell’attività progettuale, di esecuzione di gara e, infine, di esecuzione dei lavori. “Siamo fiduciosi  – conclude il primo  cittadino  gravinese – di aver accordato celermente questo decreto per partire in tempi stretti con la progettazione e la realizzazione dell’opera”.