Passalacqua Ragusa, serve una scossa. Torino battuta solo all’overtime

Chiara Consolini della Passalacqua Ragusa

A Torino potrebbe sembrare quasi uno “scippo”, in realtà la Passalacqua Spedizioni Ragusa è riuscita a battere la Fixi Piramis approfittando di due dei nomi importanti che il roster siciliano vanta, Chiara Consolini e Astou Ndour, e della minor benzina (non solo esperienza) della formazione avversaria.

Torino si arrende dopo un overtime a Monacalieri, battuta 61-68, dominando largamente la gara ma subendo sul finire una rimonta delle ospiti, che non è diventa vittoria nel tempo regolamentare per l’errore finale di Alessandra Formica.

La Fixi Piramis si porta subito sul 7-0 ad apertura di gara, Ragusa si sblocca solo ai liberi con Chiara Consolini. Lo svantaggio delle siciliane sale a +10 grazie a 5 punti consecutivi delle padrone di casa, a canestro va ancora solo Consolini. E’ il 12-4 con 2’ e spiccioli da giocare. Torino è già al bonus e Nicholls ai liberi riporta la Passalacqua sul -10 (14-4), ancora una risposta da parte della Fixi Piramis, la Passalacqua segna 3 punticini sfruttando due viaggi in lunetta dalla linea della carità, ma la formazione di Spanu è concentrata e piazza la tripla dall’angolo che chiude il primo quarto sul 16-9.

Il parziale di 0-5 piazzato da Ragusa ad inizio della seconda frazione da il sentore di un ritorno in partite delle siciliane, in realtà il calo di concentrazione di Torino dura solo 1’ perché Pertile e Bruner ristabiliscono ancora l’inerzia per la Fixi Piramis. Padrone di casa bravissime ad affondare il colpo nella difesa colabrodo delle iblee e a stabilire il primo massimo vantaggio nel match, 30-18. La formazione di Lambruschi tenta una mini scalata nel punteggio ed effettivamente costruisce un contro break che la porta fin sul -8, ma Spanu chiama minuto e i 4 personali in risposta di Bruner (con almeno un canestro favorito da una Brunetti assente) ridanno sicurezza a Torino, che chiude anche il secondo quarto in chiaro vantaggio. 34-26.

Il quarto è riaperto ancora dalle ospiti che dopo 1.30” si rifanno sotto sul -4 (34-30). Le siciliane cambiano volto in difesa, stoppano con Ndour e due volte con Chiara Consolini, arrivano punti anche da Valerio. Torino prende comunque ancora il largo di fronte una Ragusa anche a metà frazione diventa imbarazzante in attacco (Ndour sparacchia da tre) e in difesa (Passalacqua battuta con tre passaggi), ma subisce anche la rimonta finale che porta le siciliane sul -2 (44-42). Il minimo scarto è frutto della grande volontà della squadra in campo. Sul 46-45 Formica sciupa l’occasione della parità ai liberi. Bruner batte due volte Ndour e segna il +3 (48-45). La partita sembra indirizzati sulla parità ed effettivamente arriva l’equilibrio. il 48 pari lo firma Vanloo, Torino e Ragusa macinano canestro e sul 56-56 Formica sbaglia il semigancio che potrebbe consegnare la vittoria durante i tempi regolari alla Passalacqua. E’ quindi overtime.

Squadre contratte nei primi minuti dell’extratime, la sblocca, non a caso Chiara Consolini per la Passalacqua Ragusa. Canestri e recuperi, anche un’infrazione di doppia fischiato, ma non corretto, nell’ormai solito canestro in rovesciata sono la linfa più costante per la Passalacqua, che vince il match contro Torino rimanendo concentrata anche ai liberi.

Al PalaEinaudi la gara termina 61-68, ma in casa Passalacqua c’è poco da essere soddisfatti.

Fixi Piramis Torino – Passalacqua Ragusa 61-68 (1Dts)

Fixi Piramis Torino: Pertile 3, Giacomelli, Tikvic 15, De Chellis, Kacerik 7, Quarta 2, Conte, Bruner 16, Marangoni 14, Davis 2, Gatti 2. All.: Marco Spanu

Passalacqua Ragusa: Nicholls 2, Consolini 19, Gorini 3, Valerio 2, Formica 5, Rimi ne, Bagnara, Brunetti, Vanloo 12, Ndour 15. All.: Lambruschi

Parziali: 16-9, 34-26, 44-42, 56-56, 61-68