Presentata a Roma la Coppa Italia 2020, le parole di Cristian Mayer per la Fortitudo Agrigento

Le finaliste della Coppa Italia 2020

La Sala Conferenze del Corriere dello Sport a Roma ha ospitato la presentazione della Coppa Italia LNP 2020 Old Wild West, che si svolgerà dal 6 all’8 marzo prossimi a Ravenna, con l’organizzazione del Basket Ravenna Piero Manetti.

Ad introdurre la conferenza, presentata da Eleonora D’Alessandro, Ivan Zazzaroni, direttore di Corriere dello Sport e Guerin Sportivo, Gaetano Laguardia, vicepresidente vicario della Federazione Italiana Pallacanestro, Pietro Basciano, presidente di Lega Nazionale Pallacanestro, Fabio Manca, presidente di LNP Servizi e Julio Trovato, direttore generale di Final Eight Ravenna 2020, comitato organizzatore della Coppa Italia.

Zazzaroni: “Vedo tanti amici in platea, vi faccio un grande in bocca al lupo per l’evento. La Serie A2 ha molti giocatori italiani, è una categoria con un grande valore tecnico e formativo. Seguirò con molto interesse la competizione”.

Laguardia: “Porto i saluti del presidente Petrucci, devo fare i miei migliori complimenti a Lega Nazionale Pallacanestro. L’A2 e la B sono campionati dove giocano gli italiani, la LNP si è dotata di regole economiche serie ed importanti per le Società. Credo che il futuro dello sport sia pensare a quello dei ragazzi”.

Basciano: “È il terzo anno che siamo qui, noi come Lega ci siamo dati e continuiamo a darci delle regole importanti per garantire il futuro alle nostre Società, e in questo senso dobbiamo avere bisogno del contributo di tutti; stiamo inoltre pensando al futuro dei giocatori e alla formazione dei dirigenti, attraverso corsi in collaborazione con le Università. La Coppa Italia LNP a Ravenna sarà sicuramente un bell’evento, conosco personalmente Julio Trovato e la grande competenza e organizzazione del Basket Ravenna, mi aspetto una crescita di pubblico sugli anni scorsi. Speriamo di divertirci e di vedere belle partite, ci vediamo a Ravenna”.

Manca: “Ringrazio Sportnetwork per ospitarci nella presentazione qui a Roma, Corriere dello Sport e Tuttosport sono le testate di riferimento del nostro campionato. La proposta del Basket Ravenna ci è arrivata già pronta in fase di candidatura e l’abbiamo accolta con entusiasmo. Stiamo lavorando di concerto con gli organizzatori per avere un evento di alto livello. Cercheremo di proporre un prodotto televisivo e di streaming importante, con la Coppa Italia che è una vetrina per noi: come LNP produrremo direttamente le partite”.

Trovato: “Porto i saluti del presidente Vianello e dell’Amministrazione Comunale di Ravenna. C’è stato un grande entusiasmo al momento di proporre la candidatura. Non è facile organizzare un evento di queste dimensioni, stiamo provando a legarlo il più possibile alla città, con proposte anche innovative. Ci saranno accordi sulla biglietteria che permetteranno ai possessori di biglietto di avere riduzioni sull’accesso a monumenti, chiese e musei di Ravenna, città che vanta otto patrimoni Unesco. Verrà poi istituito un laboratorio di mosaico, arte tipica ravennate, all’interno del Pala De Andrè”.

Spazio poi ai capitani delle otto squadre finaliste della Coppa Italia LNP 2020 Old Wild West per la Serie B, in ordine di accoppiamento, introdotti da Piero Guerrini, capo rubrica basket di Tuttosport, e Francesco De Core, caporedattore del Corriere dello Sport-Stadio.

Giacomo Baldini (Vaporart Bernareggio): “Siamo un po’ una cenerentola di questa Coppa Italia, non ci aspettavamo di giocarci una stagione del genere. Bernareggio realtà importante, è il quarto anno che sono lì ed è una Società organizzata, in questa stagione stiamo raccogliendo i frutti; a Genova, mia città natale, mancano Società di alto livello, ma si continua a produrre giocatori. Sono dovuto rimanere fuori per qualche partita per problemi fisici, sono rientrato da poco e subito ho avuto una gara da 25 punti domenica, anche se poi abbiamo perso allo scadere”.

Pasquale Battaglia (Bawer Olimpia Matera): “Siamo partiti bene in questa stagione e dobbiamo cercare di ambire ai massimi traguardi. A breve torneremo nel nostro impianto, il PalaSassi, che ci consentirà di avere più pubblico e questo è importante per il movimento basket a Matera, anche considerando il nostro buon momento. La Coppa Italia è un evento che dipende anche dalle condizioni fisiche alle quali si arriva, anche se penso il livello sia simile per le principali squadre nei diversi gironi”.

Edoardo Rossetto (Rucker Sanve San Vendemiano): “Siamo giovani, stiamo avendo un grande momento, abbiamo creato un gran gruppo e ci siamo qualificati in maniera inaspettata per la Coppa Italia. Ora andremo a Ravenna per goderci quest’esperienza e per dare il massimo. Non abbiamo molta pressione, ma grande fame, sarà sicuramente divertente. La pallacanestro non è lo sport principe nella nostra zona, ma siamo stati sostenuti da un’Amministrazione Comunale che ha sempre dato importanza alle realtà sportive. Siamo una piccola famiglia che fa sentire i giocatori tutti al loro posto”.

Simone Rischia (Citysightseeing Palestrina): “Siamo partiti come un’outsider del campionato, siamo in testa dall’inizio; la Coppa Italia è una competizione diversa rispetto ai playoff, con gare secche, è una formula interessante. Siamo una squadra simile a San Vendemiano, siamo forse leggermente favoriti, viste le nostre 20 vittorie su 22 gare di campionato. Ci sarà tanta intensità ed energia in questa partita, tra squadre giovani. A Palestrina c’è fermento attorno a noi, è una Società sana, abbiamo molta carica”.

Marco Arrigoni (Paffoni Rodari 2020 Omegna): “Dopo un buon inizio abbiamo avuto un periodo di leggero calo, speriamo che quest’anno, dopo aver vinto le ultime due edizioni della Coppa, possa essere la volta buona per concludere al meglio il campionato. Coppa Italia bella sfida, conta arrivare in forma e anche un po’ di fortuna. Nei playoff lo scorso anno siamo arrivati ad un tiro dalla Final Four, c’è mancato poco per conquistare la promozione. Contro Cento sarà una bella sfida, sono squadre importanti che hanno valori simili”.

Emanuele Rossi (Tramec Cento): “Quello di Cento è un progetto ambizioso, che ho accettato volentieri, stiamo lottando per il nostro obiettivo, in un girone durissimo. Ora ci godiamo la Final Eight di Coppa Italia. Finora stagione positiva per me e per la squadra, ci interessa arrivare in fondo”.

Francesco Fratto (Ristopro Fabriano): “Si avverte il peso della tradizione giocando in una piazza storica come Fabriano, con tanto pubblico che ci segue. Stiamo facendo un gran campionato, abbiamo centrato il primo obiettivo e contiamo di arrivare in fondo. La Coppa Italia vede tre partite in tre giorni, è importante arrivare nella giusta forma mentale alle varie sfide. Siamo in un girone molto impegnativo, con tanti campioni, essere in cima ci rende onore. È bello rappresentare una piazza appassionata di basket come Fabriano, speriamo di regalare tante soddisfazioni al nostro pubblico”.

Alberto Benites (Blukart Etrusca San Miniato): “Siamo un po’ la sorpresa del nostro girone, siamo un bel gruppo coeso, quest’anno abbiamo un bel puzzle nella nostra squadra, con tanti protagonisti diversi. Questo ci ha aiutato ad arrivare ad un risultato storico per la città di San Miniato, piccola ma con un cuore grande. Sono orgoglioso di rappresentare questa realtà. Stiamo vivendo questa stagione con gioia, cercando di dare il massimo possibile e di sfruttare le situazioni. Kobe Bryant è stato il mio idolo, ho iniziato a giocare a basket per lui”.

È stata poi introdotta la nuova partnership di Lega Nazionale Pallacanestro con Lanieri, marchio italiano di abbigliamento online su misura, con le parole di Valerio Giannini, Head of Retail: “È bello essere qui, il nostro marchio è abbinato all’Mvp, sia per il campionato che per la Coppa Italia. Siamo felici di essere legati a quest’ambiente, pieno di grande sportività e spirito di competizione. Lanieri azienda giovane, nasce nel 2012, primo e-commerce di abbigliamento su misura da uomo; la nostra linea principale è di abbigliamento business, ma stiamo sviluppando una linea casual. I diversi Mvp saranno premiati con un blazer. Abbiamo tante sinergie con LNP, siamo una realtà italiana e ci abbiniamo ad una Lega con tanti giocatori italiani: noi siamo completamente Made in Italy come ideazione e realizzazione dei capi. Siamo una realtà di abiti su misura, che si lega particolarmente bene a persone fuori misura come i cestisti”.

Sono poi state introdotte le otto finaliste della Coppa Italia LNP Old Wild West per la Serie A2.

Nicola Minessi (general manager Bottega Verde Biella): “Biella realtà dove si lavora bene, c’è voglia di far crescere i giovani. Il nostro obiettivo è di sviluppare più ragazzi possibile, pensando che tra qualche anno potremmo avere il budget per puntare a traguardi più ambiziosi. Abbiamo già vinto una Coppa Italia nel 2014, e puntiamo a fare bene anche quest’anno. Solo avendo il coraggio di farli giocare e avendo il supporto della Società si possono sviluppare bene i giovani, come sta avvenendo con Giordano Bortolani, che ha avuto un grande inizio di stagione e ha conquistato la convocazione in Nazionale”.

Francesco Ihedioha (capitano UCC Assigeco Piacenza): “Siamo partiti un po’ male, anche per infortuni, poi abbiamo avuto una grande spinta dall’arrivo di Mike Hall che ci ha consentito di conquistare la Coppa. Per fare bene in A2 è importante avere costanza, oltre al ruolo degli americani e ad italiani di livello. Recentemente abbiamo cambiato allenatore, stiamo cercando di ritornare ad essere la squadra di qualche mese fa e dare un nostro apporto importante anche in Coppa Italia”.

Cristian Mayer (general manager MRinnovabili Agrigento): “Siamo una squadra che fa dell’intensità la prerogativa del nostro gioco, ci arriviamo bene dopo alcuni precedenti non esaltanti in Coppa Italia. Conosco bene la realtà siciliana, sin da giocatore; non è un peso dover affrontare continue trasferte, fare il giocatore di basket in Sicilia può dare enormi soddisfazioni. Siamo una squadra intensa, cercheremo di mettere in difficoltà Mantova con il ritmo”.

Mario Ghersetti (capitano Pompea Mantova): “Mi aspetto che la Coppa Italia sia una bella manifestazione, una festa, una competizione aperta e che possa dare emozioni. Gli americani sono importanti in A2, ma devono essere inseriti in un gruppo di italiani per poter rendere al meglio; questo sta avvenendo nel nostro caso. Sarà bello sfidare il mio connazionale Albano Chiarastella nei quarti”.

Jacopo Giachetti (capitano Unieuro Forlì): “Forlì città di basket come la mia Livorno, quotidianamente ti dà una grande spinta. Mi sto portando avanti per il post-carriera, mi piacerebbe rimanere in questo mondo, anche se ancora non ci penso. Ora sono allenato da un coach livornese come Sandro Dell’Agnello, grande allenatore e grande persona, che è riuscito a creare qualcosa di importante in una città come Forlì, mantenendo l’ambiente sereno anche nei momenti meno facili. Dò tutto me stesso ogni volta che scendo in campo, per il pubblico vedere giocatori così può regalare emozioni”.

Renato Nicolai (amministratore delegato Reale Mutua Torino): “Basket Torino è una realtà bella, che sta ancora crescendo, stiamo cercando di ricostruire una passione in una città che ha vissuto molti alti e bassi negli ultimi anni. Per ora sta andando tutto molto bene. Stiamo crescendo a livello di pubblico rispetto all’inizio di stagione, i playoff sono poi una cosa a parte, vedremo di giocarcela. Sta crescendo il rapporto con la città, siamo molto orgogliosi del legame con uno sponsor importante come Reale Mutua”.

Julio Trovato (direttore generale OraSì Ravenna): “La nostra forza è di essere consci da dove siamo partiti, teniamo quindi i piedi ben saldi per terra. Non ci consideriamo favoriti e questo ci consente di mantenere l’equilibrio. Speriamo di vedere belle partite e di avere tanto pubblico. Casale realtà storica di questo campionato, penso possa essere una partita equilibrata, nella quale la differenza sarà data dai dettagli”.

Giacomo Carrera (general manager Novipiù Casale Monferrato): “Sarà bello giocare a Ravenna, non faremo da vittima sacrificale e cercheremo di giocarcela. Serie A2 che è cresciuta negli anni, investendo molto sui giovani, con tanti giocatori di livello. Da casalese sono contento di rappresentare la squadra della mia città tutti i giorni, è una cosa molto bella. Basket piemontese con tante idee, in crescita di giocatori e pubblico, speriamo di continuare su questa strada”.

Coppa Italia LNP 2020 che avrà una copertura televisiva su più livelli: Sportitalia, partner televisivo nazionale in chiaro, proporrà la diretta della finale di Serie A2, in prima serata, con due ore e mezza di trasmissione. LNP PASS, piattaforma streaming a pagamento giunta alla quinta stagione, ospiterà tutte le partite di Serie A2. La produzione, a cura di LNP, riguarderà anche la diretta di Sportitalia della finale di A2. L’intero torneo di B sarà proposto in chiaro, in libera visione per gli appassionati.

Immagini di copertina LNP Foto/Ciamillo-Castoria/Massimo Ceretti