Ragusa battuta da Venezia è “stoppata” nella scalata alla classifica. Coach Recupido: “Paghiamo un po di stanchezza”

Gianni Recupido allenatore della Passalacqua Ragusa
Gianni Recupido allenatore della Passalacqua Ragusa

Un’altra brutta sconfitta, dopo quella di Girona in Eurocup, per la Passalacqua Ragusa che nulla ha potuto sul parquet dell’Umana Reyer Venezia, crollando con il punteggio finale di 80-61 e dicendo, di fatto, addio al secondo posto in classifica. Match giocato a corrente alternata dalla formazione ragusana, che si è più volte avvicinata alle avversarie, ma crollando subito dopo ogni proprio errore o ogni canestro delle padrone di casa. Alla fine il passivo, così come quello subito in Spagna, è sicuramente pesante, ma ci sarà da rialzarsi subito alla vigilia di un’altra settimana delle più difficili dato che Formica e compagne sono attese dal doppio impegno casalingo prima con il ritorno di Eurocup con Girona, mercoledì 31 gennaio alle ore 20,30, e poi dall’impegno di campionato con Schio, sabato 3 febbraio sempre alla stessa ora. Insomma, certamente due tra i clienti non certo più facili da affrontare in questo momento, anche se questa squadra ha imparato anche a stupire.

Amaro, intanto, il commento di coach Recupido: “Sicuramente una brutta partita – commenta il tecnico ragusano – ci siamo avvicinati, arrivando anche sul meno 5 e palla in mano ma poi abbiamo commesso errori banali che ci hanno ricacciati indietro, subendo break ogni errore nostro, e questo è certamente sintomo di mancanza di energie mentali. E’ purtroppo la seconda partita che non giochiamo benissimo, loro hanno avuto grandi percentuali e noi non abbiamo difeso bene in queste due partite. Ottanta punti subiti sono certamente troppi. Diciamo che in questo periodo abbiamo fatto una gran rincorsa che ci è costata grandi energie fisiche e mentali, specie con le vittorie con San Martino e Lucca, e stiamo pagando quindi un po’ di stanchezza da entrambi i punti di vista, sia fisica che mentale, poi è chiaro che sia Girona che Venezia siano due grandi squadre ma noi possiamo e dobbiamo fare meglio”.

In vista del match di mercoledì 31, intanto, la società ha fissato in 5 euro il biglietto unico, sia per il settore blu che per quello giallo (gli abbonati con il posto assegnato avranno, ovviamente, diritto a conservare il proprio posto).