Ragusa, giù la maschera: “La parola scudetto non è un tabù”. Alle 20:30 palla a due contro Torino

La squadra della Passalacqua Spedizioni Ragusa

Alla vigilia del suo primo match da capo allenatore della Passalacqua Spedizioni, Gianni Lamburschi ha sdoganato un messaggio che finora, in casa Virtus Eirene, non è mai stato troppe volte lanciato: Ragusa gioca per puntare allo scudetto. Tra gli addetti ai lavori e i tifosi l’obiettivo era chiaro, ma mai ci si era pronunciati cosi nettamente.

Da questo momento in poi, si parlerà di tricolore dentro e fuori dal campo e nello spogliatoio. Perché quando sarà il momento più importante della stagione, le gambe non dovranno tremare – ha dichiarato l’ex coach della Comense – Scudetto non può e non deve essere una parola tabù”. 

Le parole del pregara della partita prevista questa sera contro la Fixi Piramis Torino di Manuele Petrachi (palla a due alle 20:30) sono affidate come di consueto all’assistant coach della Passalacqua Maurizio FerraraSiamo al lavoro da lunedì scorso e c’è in tutto il gruppo grande volontà nell’apprendere cose nuove – ha commentato Ferrara – questo è sempre molto stimolante soprattutto se sono proposte condivise dalla squadra. Ritroviamo Torino dopo poco tempo, dato che è stata l’ultima partita disputata nel 2015. Una squadra che è cresciuta dall’inizio della stagione, con delle individualità importanti, la società sta costruendo qualcosa che possa essere interessante in chiave futura ed ha un progetto sicuramente interessante. Hanno cambiato qualcosa a livello di ruoli dato che Anderson giocava da play e Quarta da guardia, adesso Puliti gioca in cabina di regia e Anderson nel ruolo di guardia. Dobbiamo fare attenzione a questo asse che è importantissimo per loro. Per quanto ci riguarda, vogliamo continuare a lavorare con questa intensità e con questa grande voglia”. Torino non è però forte in questo reparto, la lunga greca Katerina Sotiriou ha ben impressionato nell’ultimo precedente contro le siciliane.

Le piemontesi sanno di dover provare l’impresa al PalaMinardi, ma non sentono eccessive pressioni

Oggi affronteremo una delle migliori squadre del campionato – ha affermato coach Petrachi – ma andremo a Ragusa  con animo leggero e senza pressione provando a sfruttare gli eventuali errori e le loro distrazioni”. Per la Fixi Piramis i pericoli numero saranno la coppia di interne Little (15 punti di media con il 38,8 % da tre punti in stagione) e Brunson (15 punti e 10 rimbalzi di media in stagione) oltre l’ala Erkic e la guardia Chiara Consolini. Secondo quanto apparso sul sito della società, Petrachi potrà contare su tutte le giocatrici a roster, tranne Clara Salvini che in settimana ha trovato l’accordo con Castelnuovo Scrivia in serie A2.