Ragusa ne prende 92 dal Geas, coach Recupido: “Evidentemente non siamo ancora una grande squadra”

La Passalacqua, reduce dalla bella vittoria casalinga con il Famila Schio, cade ancora in trasferta per la seconda volta consecutiva dopo Bologna, e lo fa sul campo del Geas Sesto San Giovanni, lasciando nuovamente la testa della classifica proprio alle scledensi di coach Vincent. Prima parte di gara giocata sui binari dell’equilibrio ma nella quale Ragusa subisce 22 punti nel primo quarto che diventano 43 a metà gara. E’ nella terza frazione però che la squadra di casa scappa, assestando un parziale di 30-19 a cui Consolini e compagne non sanno più reagire nonostante un tardivo tentativo di rimonta nella quarta frazione.

Finisce 92-86 e chiaramente è proprio sui punti subiti che coach Gianni Recupido punta la propria riflessione post partita: “Poco da dire, nessuna scusante, se subiamo 92 punti non possiamo vincere con nessuno. Purtroppo abbiamo queste due anime, una da appuntamenti importanti e una da post appuntamenti importanti, fino adesso tutte le partite dopo una partita importante le abbiamo fallite. Poi potremmo avere anche sbagliato tutti i cambi e tutte le scelte difensive, però sicuramente subire 92 punti è un discorso di approccio alla partita e questa è la terza volta che succede. Se vogliamo diventare una grande squadra dobbiamo cambiare questa cosa, ed evidentemente ancora una grandissima squadra non siamo. Significa che dovremo lavorarci. Questo non prescinde ovviamente dal fare i complimenti al Geas per la prestazione messa in campo”.

La Passalacqua tornerà in campo al Palaminardi mercoledì 12 febbraio alle ore 20,00 per il derby con la Sicily by car Palermo.