Ragusa piccoli passi avanti, ma Sassari passa di tre lunghezze

Hampton in azione contro Sassari

Ancora una sconfitta per la Passalacqua Ragusa che voleva a tutti i costi invertire la rotta casalinga dopo le dimissioni di coach Diamanti, avvenute in settimana ma che non è riuscita ad avere la meglio su un’ottima Dinamo Sassari, al termine di una partita giocata sempre sui binari dell’equilibrio ed in cui sono stati, ancora una volta, soltanto i dettagli a fare la differenza. Con coach Beppe Caboni a dirigere le danze, Francesca Dotto e compagne volevano e tenevano a portare la prima vittoria davanti al pubblico amico che purtroppo, ancora una volta ha dovuto masticare amaro a fine partita. Eppure, anche questa volta la partita è sembrata alla portata, almeno prima che nei momenti più importanti e decisivi dell’incontro Holmes non diventasse un fattore, finendo per essere meritatamente la migliore realizzatrice della contesa, con 22 personali. Per Ragusa le doppie doppie di Anigwe e Vitola, con 11 punti e 10 rimbalzi la prima e 16 punti e 10 rimbalzi la seconda. La contesa si chiude, di fatto, quando con Sassari avanti di due punti, Ragusa ha l’ultima azione per impattare o addirittura per vincere la partita ma non trova il canestro e con il tabellone luminoso del Palaminardi che alla fine segna 75-78. “Le ragazze hanno dato il massimo, abbiamo provato in tutti i modi a vincere la partita, contro una squadra davvero bene organizzata – commenta coach Caboni – Loro sono state più brave di noi. Abbiamo sicuramente da sistemare delle cose dopo il cambio di allenatore, ed il viatico migliore sarebbero stati i due punti. Purtroppo abbiamo mancato in tutte le situazioni decisive sia in attacco che in difesa ma faremo sicuramente tesoro per le partite a venire”.

Passalacqua Ragusa – Banco di Sardegna Dinamo Sassari 75 – 78 (22-24, 33-35, 56-53, 75-78)
PASSALACQUA RAGUSA: Mallo NE, Romeo* 14 (2/2, 2/6), Consolini 7 (2/3, 1/2), Di Fine NE, Olodo NE, Salice NE, Dotto* 5 (1/1, 1/1), Hampton* 12 (5/9, 0/5), Vitola* 16 (4/11, 2/2), Attura, Ostarello 10 (1/4, 2/4), Anigwe* 11 (5/11, 0/1)
Allenatore: Diamanti M.
Tiri da 2: 20/45 – Tiri da 3: 8/22 – Tiri Liberi: 11/14 – Rimbalzi: 41 14+27 (Vitola 10) – Assist: 22 (Romeo 6) – Palle Recuperate: 3 (Ostarello 2) – Palle Perse: 9 (Dotto 2) – Cinque Falli: Hampton, Vitola
BANCO DI SARDEGNA DINAMO SASSARI: Toffolo, Mazza NE, Carangelo* 9 (1/2, 2/7), Arioli NE, Gustavvson* 2 (1/2, 0/1), Makurat* 20 (5/7, 2/10), Fara NE, Thomas* 19 (4/5, 3/6), Holmes* 22 (6/10, 2/4), Ciavarella 6 (1/1, 1/2)
Allenatore: Restivo A.
Tiri da 2: 18/28 – Tiri da 3: 10/32 – Tiri Liberi: 12/19 – Rimbalzi: 32 8+24 (Holmes 8) – Assist: 17 (Holmes 6) – Palle Recuperate: 5 (Holmes 2) – Palle Perse: 7 (Holmes 3) – Cinque Falli: Thomas
Arbitri: Terranova F., Castellaneta A., Coraggio A.

CLASSIFICA:
Umana Reyer Venezia 16, Famila Wuber Schio 16, Virtus Segafredo Bologna 14, Banco di Sardegna Dinamo Sassari 12, Allianz Geas Sesto San Giovanni 12, La Molisana Magnolia Campobasso 10, Fila San Martino di Lupari 8, Passalacqua Ragusa 6, Akronos Tech Moncalieri 6, E-Work Faenza 4, Parking Graf Crema 2, Gesam Gas e Luce Le Mura Lucca 2, RMB Brixia Basket 2, Bruschi Galli Bk San Giovanni Valdarno 2