Rainbow contro Rescifina atto secondo: le catanesi cercano la rivincita

Marija Eric plamaker della Rainbow Catania (ph. Giuseppe Maugeri)

Al termine del match giocato il 13 dicembre al PalaTracuzzi di Messina, la Rainbow Catania si era già ripromessa massima concentrazione per la partita che, nel girone di ritorno, l’avrebbe nuovamente contrapposta alla Rescifina Messina. Un metro arbitrare non consono a tenere saldi gli animi delle due formazioni schierate sul parquet, ha trasformato un comune incontro di campionato in un scontro nervoso, ma sia per la Rainbow che per la Rescifina domani torna l’occasione per sfidarsi a viso aperto, mettendo in campo i propri valori si spera in serenità.

«Quello di sabato è un impegno molto importante – non nasconde il coach della Rainbow Catania Gabriella Di Piazza – affronteremo Rescifina, squadra che ha degli elementi validi e noi dobbiamo essere pronte ad imporci». Le peloritane si sono rinforzate con il ritorno in squadra di Valentina Ripellino e hanno necessario bisogno di vincere – approfittando di un possibile passo farlo dell’Ad Maiora a contro il Cus Unime – per rimanere sole al quarto posto. Vincere rimane altrettanto fondamentale per le catanesi per riagganciare la Viola, formazione dominatrice del torneo.