REFEREE JR CUP, gli ultimi risultati della Sicilia

Si è disputata giorno 29 aprile, la seconda giornata della “Referee Jr CUP”, competizione a gironi organizzata dal Settore Nazionale FIP che vede coinvolte tutte le regioni d’Italia.
Doppio impegno per i giovani siciliani che si sono interrogati, assieme agli amici della Liguria, sulla meccanica, uno degli argomenti più importanti e spigolosi del nostro amato settore.
La Sicilia è stata egregiamente rappresentata da Claudio Squadrito (Messina), Nicolò Campanella (Palermo), Marco Maccarone (Catania), Angelica Barca (Ragusa) e Federico Nicosia (Caltanissetta), seguiti da grand parte del gruppo istruttori del settore giovanile, particolarmente da Giovanni De Giorgio (istruttore provinciale GAP Catania) e Antonio Giordano (istruttore provinciale GAP Caltanissetta), e contornata dalla presenza del presidente FIP Riccardo Caruso e della presidente CIA Cinzia Savoca.
Il risultato finale ha visto imporsi di una sola lunghezza la nostra regione che è riuscita a superare la rappresentativa ligure con il punteggio di 25,5 a 24,5.
Come detto, ieri la Sicilia è stata doppiamente protagonista al torneo anche grazie all’istruttore regionale del settore giovanile Carlo D’Amore che, accompagnato da Alessandro Nicolini (Arbitro di Serie A) e Alessandro Lorefice (Istruttore provinciale GAP Ragusa), ha rivestito il ruolo di giudice nello scontro tra Lazio e Campania.

Ultimo turno del girone di qualificazione quella che ha visto sabato scendere in campo la Sicilia per sfidare gli amici della Puglia. Il match tanto atteso, valido per l’accesso alla seconda fase, si è giocato in presenza di un’ampia platea pronta a tifare ognuno per la propria terra. Superati i primi problemi tecnici, momenti che hanno innalzato la tensione al massimo, la giuria del Veneto, nella quale era presente anche Roberto Chiari ed Andrea Zangrando, ha dato inizio alla sfida. La Sicilia rappresentata da Giovanni Di Stefano (GAP Ragusa), Federico Oliveri (GAP Catania), Federico Mameli (GAP Siracusa), Francesco Grillo (GAP Agrigento) e Irene Rescifina (GAP Messina), seguiti principalmente dagli istruttori provinciali Alessandro Lorefice (GAP Ragusa) e Vito Messina (GAP Trapani), è riuscita ad esporre un notevole e corposo lavoro in merito all’argomento assegnato che ha reso possibile la tanto attesa vittoria!
La presentazione della rappresentativa sicula è stata particolarmente gradita dal presidente FIP Riccardo Caruso e dalla presidente CIA Cinzia Savoca, ormai presenze ricorrenti nei vari match della Sicilia.
Traendo le conclusioni di questa prima fase di qualificazione del girone Bahamas, la Sicilia, dopo la prima sconfitta contro l’Abruzzo, ha saputo aggiustare il tiro collezionando due vittorie consecutive rendendo possibile l’acquisizione del secondo posto nel girone con 6 pti totali e ottenendo la possibilità di giocare la fase successiva per i primi 10 piazzamenti.
Inoltre, la Sicilia ha anche partecipato, come commissione giudicante, alla sfida del girone Barbados tra Lombardia e Molise. Tale commissione giudicante era guidata dall’Istruttore Regionale Giuseppe Salvo, coadiuvato dall’istruttore provinciale del GAP Trapani Arturo Tartamella e dall’arbitro internazionale Tolga Sahin.

Prossimo appuntamento imperdibile vede la Sicilia scontrarsi contro il Veneto, prima classificata del girone Cayman senza neppur una sconfitta. Il meeting, nel quale non verrà risparmiato alcun colpo di scena, è programmato per mercoledì 6 Maggio.