SERIE A2 PLAYOFF. Trapani ci prova nel finale, ma Treviso vince gara 1

Rotnei Clarke
Rotnei Clarke

Parziali: (23-17; 17-7; 18-19; 13-16)

De’ Longhi Treviso: Burnett 20 (4/9, 2/5), Imbro 13 (2/3, 3/10), Logan 11 (3/4 da tre), Tessitori 9 (3/8, 0/2), Alviti 5 (1/1, 1/5), Lombardi 4 (2/3, 0/1), Chillo 4 (1/2), Severini 4 (2/2, 0/1), Uglietti 1 (0/4, 0/3), Sarto ne, Barbante ne, Saladini ne.
Allenatore: Massimiliano Menetti.
Assistenti: Francesco Tabellini e Gabriele Galigani.

2B Control Trapani: Clarke 16 (3/9, 3/6), Renzi 12 (6/10, 0/1), Miaschi 8 (4/6, 0/3), Mollura 6 (2/5, 0/1), Ayers 5 (1/4, 1/4), Nwohuocha 4 (2/2), Pullazi 3 (1/3, 0/3), Marulli 3 (0/1, 1/6), Czumbel 2 (0/1 da tre), Artioli (0/1).
Allenatore: Daniele Parente.
Assistente: Fabrizio Canella.

Arbitri: CIAGLIA GIANFRANCO di CASERTA (CE); D’AMATO ALEX di ROMA (RM); PELLICANI NICHOLAS di RONCHI DEI LEGIONARI (GO).

TREVISO. La 2B Control Trapani perde gara uno del primo turno dei playoff sul campo di Treviso che vince 71 a 59. Un incontro che ha visto i granata quasi sempre rincorrere i veneti, più continui nel corso dei quaranta minuti di gioco. Trapani paga le scarse percentuali dalla lunga distanza soprattutto nella prima metà del match. Vana la rimonta nel finale di gara dove i granata, con una grande difesa e subendo solamente 13 punti da una corazzata come quella della De Longhi Treviso, si portano anche sul -7 a 5 minuti dalla fine. La tripla sul finale di Logan, però, chiude i giochi. Tra i singoli in doppia cifra Clarke e Renzi con 16 e 12 punti realizzati, buon impatto difensivo, invece, per Nwohuocha.

1°Quarto: Coach Parente schiera il solito quintetto formato da Clarke, Miaschi, Ayers, Pullazi e Renzi. Menetti risponde con Imbrò, Logan, Burnett, Lombardi e Tessitori. Il primo canestro della gara è di Andrea Renzi, ex di turno, che dalla media distanza realizza il proprio tiro. Imbrò attacca la linea di fondo e appoggia al vetro i primi due punti di Treviso. Dall’altra metà campo Pullazi in tap-in corregge il tiro, mentre Tessitori realizza i due liberi a disposizione. Renzi continua ad essere pericoloso per la difesa biancoblù, riuscendo a sfruttare il proprio post basso, ma Logan decide di iscriversi a referto con una tripla (4’ 7-6). Pullazi fa uno su due in lunetta ed impatta momentaneamente il punteggio, ma dura poco, perché Imbrò mette a segno una nuova tripla. Miaschi, con una gran giocata, segna in penetrazione subendo anche il fallo. Ancora Imbrò, dal centro dell’area, è chirurgico con il suo tiro in sospensione e poi lo stesso playmaker siciliano mette una tripla (6’ 15-9). Renzi interrompe il parziale con un canestro dalla media distanza, mentre in difesa coach Parente ordina la difesa a zona 2-3. Clarke va in penetrazione, riuscendo a totalizzare un importante gioco da tre punti. Severini, dopo aver recuperato il pallone, appoggia facile in contropiede, mentre Ayers in penetrazione porta Trapani sul -1 e coach Menetti chiama il primo time-out (9’ 17-16). Dopo la sospensione, nei minuti finali del quarto, Mollura dalla linea della carità pareggia l’incontro, mentre Logan da tre punti e i tiri liberi di Uglietti e Logan fanno terminare la prima frazione di gioco sul punteggio di 23-17.

2°Quarto: Alla ripresa del gioco Chillo fa uno su due in lunetta, così come poi Mollura, mentre Alviti mette a segno la bomba dai 6,75. Parente sul più nove di Treviso, chiama a colloquio i propri giocatori (13’ 27-18). Dopo il mini break, Mollura dall’area accorcia le distanze, ma il piazzato di Burnett e ancora Chillo portano il vantaggio sul 31-18. Renzi dall’angolo colpisce, mentre Alviti e Burnett costringono nuovamente coach Parente al time-out (16’ 35-22). Miaschi si butta dentro fino in fondo, ma Burnett realizza da tre punti. Nelle battute finali del quarto, Tessitori da sotto porta le formazioni all’intervallo lungo sul punteggio di 40 a 24.

3°Quarto: Due canestri in poco tempo da sotto per Tessitori e Lombardi, mentre Trapani riesce a realizzare con Miaschi e poi con Ayers con la tripla allo scadere dei 24 secondi (prima bomba dei granata del match). 6 punti consecutivi di Burnett lo portano in doppia cifra e coach Parente deve chiamare la sospensione (23’ 50-29). Si riprende a giocare con il canestro di Renzi, ma ancora Treviso con Imbrò da tre punti aggiorna il massimo vantaggio. Trapani rosicchia qualcosa con Miaschi e Clarke in penetrazione e poi con la schiacciata di Renzi, ma Tessitori con il gancio mancino porta il punteggio sul 55-37. Nei minuti finali del quarto si registrano i liberi di Chillo, le triple di Clarke e Marulli ed il canestro di Severini con il punteggio che recita 58-43.

4°Quarto: Trapani ha un buon approccio al quarto con Nwohuocha che si gira da sotto e Menetti chiama subito time-out (32’ 58-45). Burnett fa uno su due, mentre Clarke e Mollura riportano Trapani sul -10. I ragazzi di coach Daniele Parente stanno ben stringendo le maglie in difesa e Max Menetti chiama un nuovo time-out (34’ 59-49). Si riprende a giocare con la tripla di Clarke in step-back che riapre il match quando mancano ancora 5 minuti da disputare. Tessitori fa uno su due ai liberi e Lombardi in tap-in, mentre Nwohuocha da sotto riporta Trapani sul -8. Burnett fa uno su due, ma la tripla da grande giocatore da otto metri di Logan rispedisce al mittente il possibile rientro dei granata (37’ 66-54). Dopo il time-out di Parente Czumbel è preciso dalla lunetta, botta e risposta da tre punti tra Burnett e Clarke, ma Treviso nell’ultimo minuto si trova in vantaggio in doppia cifra e la rimonta della 2B Control Trapani appare impossibile. 71-59 il finale.

DICHIARAZIONI

Daniele Parente (coach 2B Control Trapani): «Complimenti a Treviso. Da parte nostra abbiamo giocato in maniera molto contratta nei primi due quarti ma poi ci siamo sciolti e ce la siamo giocata. Con una squadra come Treviso è difficile pareggiare sia a livello tecnico che fisico ma sono sicuro che possiamo ancora fare di più. Dobbiamo tutti alzare il nostro livello, dobbiamo avere tanta voglia di giocare ed onorare questi playoff. Sono contento della reazione che ci ha portato dal -21 al -7 ma ogni partita è una storia a sé. Per gara 2 mi aspetto meno preoccupazione e più concentrazione, senza timori reverenziali».

Massimiliano Menetti (coach De’ Longhi Treviso): «Trapani è un avversario che rispettiamo e si è visto nel finale. Noi abbiamo iniziato benissimo, con energia e poi ci siamo un po’ addormentati pensando che lo sforzo già profuso fosse sufficiente. Sotto l’aspetto della solidità e del ritmo ai playoff bisogna giocare su 40 minuti. Abbiamo avuto qualche difficoltà contro la difesa match up di Trapani ma Trapani è risorta quando abbiamo cominciato a giocare sotto ritmo».