SERIE B. Alfa Catania si arrende a Napoli in un finale convulso

NAPOLI BASKET – ALFA BASKET CATANIA 79-69

Napoli Basket: Chiera 20, Di Viccaro 15, Erkmaa 15, Dincic 11, Malagoli 11, Molinari 5, Milani 2, Guarino, Guazineo, Malfettone ne, Giovanardi ne, Puoti ne. Allenatore: Lulli.

Alfa Catania: Sirakov 20, Gatti 12, Agosta 11, Gottini 7, Provenzani 7, Vita Sadi 7, Florio 3, Consoli 2, Mazzoleni, La Spina ne, Patanè ne. Allenatore: Guerra.

Arbitri: Di Franco di Dalmine (Bg) e Sordi di Casalmorano (Cr).

Parziali: 24-26, 41-42, 57-62.

Impresa sfiorata. A Napoli, nella quindicesima e ultima giornata del campionato di Serie B Old Wild West, l’Alfa Basket Catania fa tremare i partenopei di coach Lulli arrendosi soltanto nel finale. Prestazione grintosa e determinata da parte degli alfisti. I rossazzurri di coach Massimo Guerra sorprendono sin dall’avvio il Napoli Basket e chiudono in vantaggio i primi tre parziali. Il primo canestro della partita lo firma capitan Matteo Gottini. Gara giocata a ritmi alti dall’inizio alla fine. Le due formazioni si affrontano a viso aperto regalando una bella pallacanestro. Il primo periodo si chiude con l’Alfa Catania avanti per 24-26. All’intervallo lungo gli ospiti conducono per 42-41 dopo essere arrivati anche a +6 grazie ai canestri di un ritrovato Simone Gatti. Stessa musica nel terzo quarto di gioco. L’Alfa mantiene la testa avanti. Georgi Sirakov è una spina nel fianco della difesa napoletana. Il numero 23 affonda e penetra centralmente gonfiando la retina. Agosta, Gottini, Provenzani e Vita Sadi danno il loro contributo. I catanesi si portano sul 62-57. Nell’ultimo parziale Napoli rimonta approfittando anche delle uscite per 5 falli di Provenzani e Vita Sadi. Finale convulso e nervoso (tecnico a Gottini dopo uno fischiato in precedenza alla panchina alfista). Il quintetto di Lulli porta a casa la vittoria. Per l’Alfa Basket Catania un’ottima prova, che lascia ben sperare per l’importante derby casalingo di sabato contro la Costa d’Orlando.