SERIE B. Fortitudo Agrigento supera Cassino 74-62 nel ricordo di Salvatore Moncada

EMOZIONE FORTITUDO, VITTORIA DI CUORE

Non era una partita come le altre e forse non lo sarà mai, proprio come è stato detto da Laura Vento nel pre-partita: “Non siamo pronti a dirti addio e forse non lo saremo mai”. Lacrime e commozione sugli spalti del Palamoncada in onore del patron Salvatore Moncada e di Tonino, ex cuoco della Fortitudo che proprio in questi giorni è venuto a mancare. Emozioni fortissime, le lacrime di Chiarastella, una partita che contava ben poco per il risultato, segnava il ritorno di Lorenzo Ambrosin ad Agrigento e lo ha fatto con una prova fatta di alti e bassi ma con una grande ovazione del pubblico che lo ha accolto con tanti applausi e tanti messaggi di bentornato a casa. Mette a segno 7 punti, solamente uno da tre ma ha lavorato molto per la squadra, si è subito integrato nelle dinamiche di gioco di coach Catalani e sta bene fisicamente, sarà quell’arma in più che tutti speravano in vista dei playoff. Sarà Imola l’avversario di Agrigento, si comincia domenica prossima e Agrigento oggi più che mai si candida per la vittoria finale con la motivazione in più legata al sogno del patron della Fortitudo Salvatore Moncada, rivedere il palazzetto pieno e tornare in Serie A. Erano presenti i figli, il presidente della società Gabriele, accolti da un lungo applauso e tanto affetto che la città di Agrigento e provincia ha omaggiato ad una persona che ha dato tantissimo alla pallacanestro ed alla comunità. Il Palamoncada così pieno per una partita della prima squadra non si vedeva da più di due anni, erano presenti le istituzioni, il sindaco di Agrigento Franco Miccichè che ha voluto omaggiare con un mazzo di fiori la memoria del patron, erano presenti vecchi e nuovi tifosi, tutti uniti per dare la carica alla squadra in vista dei playoff. Il match contro Cassino ha visto una Fortitudo molto emozionata nei primi minuti ma sempre padrona del gioco e del risultato. Termina 74-62, il top scorer anche oggi è stato Cosimo Costi con 23 punti ed anche questa volta seguito da un ritrovato Santiago Bruno con 15. Erano assenti per infortunio Alessandro Grande, Nico Morici e Mait Peterson ma in pieno recupero e pronti per i playoff. Emozionato e soddisfatto coach Catalani: “Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile a livello emotivo, il risultato contava poco. Vedere così tante persone ad omaggiare il patron ci ha emozionato ma volevamo vincere a tutti i costi per lui, per la sua straordinaria famiglia e per quello che ci ha lasciato, un grande sogno che noi seguiremo fino in fondo. Abbiamo un solo obiettivo, quello di vincerle tutte. Ringrazio il mio staff ed i giocatori perché fin qui hanno fatto una stagione straordinaria ma siamo qui per vincere e ce la metteremo tutta. Speriamo che oggi il pubblico abbia capito quanto abbiamo bisogno di loro e spero possano supportarci per tutti i playoff”.

Moncada Energy Agrigento – BPC Virtus Cassino 74-62 (21-17, 15-11, 20-22, 18-12)
Moncada Energy Agrigento: Cosimo Costi 23 (6/10, 2/5), Santiago Bruno 15 (3/6, 3/6), Albano Chiarastella 14 (2/5, 2/3), Andrea Lo biondo 7 (3/4, 0/2), Giorgio Parla 7 (2/3, 1/5), Giuseppe Cuffaro 6 (0/1, 2/5), Luca Bellavia 2 (1/1, 0/0), Sadio soumalia Traore 0 (0/2, 0/0), Umberto Indelicato 0 (0/0, 0/1), Mait Peterson 0 (0/0, 0/0), Nicolas Morici 0 (0/0, 0/0), Alessandro Grande 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 13 – Rimbalzi: 33 3 + 30 (Albano Chiarastella 10) – Assist: 17 (Albano Chiarastella 5)
BPC Virtus Cassino: Federico Lestini 19 (5/7, 3/10), Vincenzo Provenzani 14 (3/6, 2/4), Michael Teghini 7 (2/6, 1/4), Stefano Borsato 7 (2/4, 1/4), Keller cedric Ly-lee 5 (2/5, 0/1), Karim abdoul Idrissou 5 (2/3, 0/1), Carlo Balducci 3 (0/1, 1/1), Uchenna Ani 2 (1/2, 0/1), Marco Gambelli 0 (0/0, 0/0), Roberto Mastrocicco 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 4 / 10 – Rimbalzi: 32 6 + 26 (Keller cedric Ly-lee 9) – Assist: 5 (Vincenzo Provenzani 3)