SERIE B. Green Basket, ecco l’ottava meraviglia: al PalaMangano cade anche Empoli 91-83

Altra domenica poco adatta ai deboli di cuore, altra domenica in cui il Green il cuore dimostra di averlo, e non solo quello: al PalaMangano arriva l’ottava vittoria consecutiva per Palermo che, trascinata da un super Di Viccaro da 31 punti a referto, s’impone per 91-83 sull’Use Empoli. Superata Firenze al terzo posto in graduatoria, il Green incanta e sogna in grande.

Partono a tutto gas Green e Use: in un vorticoso testa a testa che regala spettacolo, è già 15-15 dopo 5′. Per Palermo ci pensa Caronna a pescare punti pesanti sul pitturato, mentre dall’altro lato Raffaelli trova buone soluzioni dal perimetro. Di fatto, il Green è più lesto nel piazzare il primo acuto: due bombe in sequenza di Pollone (sublime al tiro, con un abbondante 80% dall’arco) e Di Viccaro fruttano il +6, Giannini però non ci sta e ricuce sul 30-27 dopo 10′.

Calano leggermente i ritmi, ma la forbice resta invariata: dopo minuti interlocutori a schiodare la gara dalla partita ci prova un redivivo Lombardo con la tripla del +4 a metà periodo. Raffaelli si mette in luce e accorcia, ma Di Viccaro gioca una partita a sé: l’ex Napoli scalda i motori e mette la bomba che restituisce serenità, per il 45-40 al riposo lungo.

Al rientro Caronna sprinta sul +7, poi è USE show. Bastano due giri d’orologio per sovvertire le gerarchie con Empoli che, grazie al buon impatto di Sesoldi e Giarelli, effettua aggancio e sorpasso toccando addirittura il +4, per il 53-57 a metà parziale. Il Green dall’altro lato lavora con pazienza, tiene botta grazie alle numerose gite in lunetta, e s’infiamma quando serve trascinata da Pollone e Di Viccaro: altro ribaltamento di fronte, è 65-62 alla terza sirena.

In dirittura d’arrivo Palermo fa la voce grossa, spingendo sul +9 con una bomba di Savoca in apertura di quarto, Empoli però non si scompone e, sulle iniziative di Caceres e Perin, impatta nuovamente il pari a quota 76 con 3′ da giocare. A quel punto il numero 33 in bianco-verde decide che non ce n’è più per nessuno: Di Viccaro prima s’inventa la bomba del ko, poi con precisione chirurgica realizza i liberi che mettono in ghiaccio la partita. Prosegue la favola Green: al PalaMangano Palermo batte Empoli 91-83 e riscrive il record di vittorie consecutive, adesso a quota otto in serie. E con Firenze ferma per il turno di riposo c’è anche la gioia del terzo posto in classifica.

Green Basket Palermo – Use Computer Gross Empoli 91-83
Parziali: 30-27, 15-13, 20-22, 26-21

Green Basket Palermo: Vincenzo Di viccaro 31 (0/1, 6/10), Luca Pollone 19 (1/4, 5/6), Giuseppe Caronna 12 (5/8, 0/1), Bruno Duranti 11 (2/3, 0/2), Giuseppe Lombardo 11 (2/4, 1/2), Luca Savoca 5 (1/1, 1/1), Tommaso Tempestini 2 (1/3, 0/5), Tommaso Minoli 0 (0/1, 0/2), Madieme Thiam mame 0 (0/1, 0/0), Andrea Zini 0 (0/0, 0/0), Salvatore Mazzarella 0 (0/0, 0/0), Federico Micale 0 (0/0, 0/0). All. Bassi. Ass: Vallesi e La Licata.

Tiri liberi: 28 / 37 – Rimbalzi: 39 11 + 28 (Giuseppe Caronna 12) – Assist: 18 (Tommaso Minoli 7)

Use Computer Gross Empoli: Filippo Giannini 18 (5/7, 2/6), Lorenzo Raffaelli 17 (4/7, 2/5), Daniele Sesoldi 11 (1/2, 3/7), Gabriele Giarelli 10 (5/8, 0/0), Jorge manuel Caceres 9 (3/4, 0/2), Sebastiano Perin 8 (3/4, 0/4), Sam Gaye serigne 8 (0/2, 2/6), Francesco Falaschi 2 (1/1, 0/0), Enrico Vanin 0 (0/2, 0/1), Alessandro Antonini 0 (0/1, 0/3). All. Marchini. Ass: Magagnoli e Corbinelli.

Tiri liberi: 12 / 13 – Rimbalzi: 27 7 + 20 (Gabriele Giarelli 8) – Assist: 21 (Jorge manuel Caceres 5)