SERIE B. Green Basket Palermo non tradisce, battuta Pozzuoli

Andrea Lombardo
GREEN BASKET PALERMO 92
VIRTUS POZZUOLI 85
PALERMO: A. Lombardo 14, Caronna 11, Pucci, Peroni 9, Dal Maso 3, Medizza 15, Giancarli 10, Svoboda 17,  Romanò ne, G. Lombardo 13, Mazzarella. Coach: Priulla.
POZZUOLI: Conforto, Denadic, Mehmedoviq 1, Bini 18, Errico 16, Di Marco 7, Thiam 7, De Ninno 7, Carrichiello 8, Di Domenico, ne Tessitore 21. Coach: Gentile.
ARBITRI: Francesco di Luzio di Cernusco sul Naviglio (MI), Marco Marzulli di Binasco (MI)
PARZIALI: 26-29, 43-48, 69-62, 92-85.

Marco  Biundo

Torna al successo il Green Basket Palermo, che al Palamangano si impone per 92-85 sulla Virtus Pozzuoli, conquistando due punti di importanza capitale per la lotta salvezza, in ottica piazzamenti playout.
I primi 10′ sono un vero e proprio show di triple: Palermo si presenta con i fratelli Lombardo e Peroni, Pozzuoli risponde con i cecchini Tessitore e De Ninno. Parte subito forte Palermo con la tripla di Peroni, seguita da due altre bombe di A. Lombardo; ma anche Pozzuoli ha ottimi tiratori e con Tessitore e Thiam perfeziona il primo sorpasso in favore dei campani. Gli ospiti salgono sul +4, due triple consecutive di capitan G. Lombardo sistemano il punteggio sul 21-21 ma sono gli ospiti a condurre dopo 10′ per 26-29.
La spinta offensiva di Pozzuoli non si ferma e con le bombe di Tessitore ed Errico i campani salgono fino sul +8; da lì Palermo si sveglia e sull’asse Svoboda-Medizza ricuce in pochi minuti lo strappo sul 41-43.  A 4” dall’intervallo episodio controverso che vede coinvolti Pucci e uno dei due arbitri: con Carrichiello in palleggio a metà campo, il direttore di gara più vicino all’azione ravvisa un fallo del numero 56 biancoverde, sanzionando Palermo con 3 tiri liberi il palleggio del play ospite – che, dal cerchio di metà campo, stava tentando una penetrazione – come movimento di tiro. Carrichiello dalla lunetta è impeccabile e firma il 43-48 con cui Pozzuoli conduce alla pausa lunga.
Dagli spogliatoi esce un Green più preciso e grintoso, Pozzuoli ma due furti consecutivi di A. Lombardo fruttano il -1. Sempre A. Lombardo è protagonista del sorpasso con una tripla da antologia che vale il +5, e dell’uscita definitiva per falli di Di Marco, che commette sul 41 palermitano il suo quarto fallo personale, prendendosi subito dopo il quinto per proteste; poi Svoboda chiude il terzo parziale con uno dei suoi tiri in allontanamento che vale il 69-62 a 10′ dalla fine. Anche Thiam lascia il campo per falli in avvio di quarto periodo in seguito ad un fallo tecnico, ma a spezzare definitivamente la partita è ancora Svoboda che con due splendide triple firma il +13 che Pozzuoli non riesce più a rimontare. Svoboda e Peroni dall’arco respingono ogni tentativo di rimonta ospite, regalando al Green due punti di fondamentale importanza nella corsa salvezza.