SERIE B. Green, seconda sconfitta consecutiva: al PalaMangano passa la Virtus Valmontone 79-81

Coach Flavio Priulla

Dopo l’amara sconfitta in trasferta contro Napoli, il Green Basket prova a ripartire in casa contro la Virtus Valmontone. Non ci riuscirà: ad avere la meglio sarà la formazione laziale, brava a non mollare mai anche quando il trend del match era a netto favore dei padroni di casa.

La gara inizia subito con diversi errori da ambo le parti in fase realizzativa. Ci vogliono quasi due minuti per avere il primo canestro di giornata, di marca Green, siglato da Caronna su assist di Svoboda. Il canestro del giocatore di Monreale apre le danze per il Teddy Bear Toss, travolgente iniziativa mutuata dal mondo dell’hockey che prevede il lancio di peluche in campo dopo il primo canestro di una delle due squadre. Gli orsetti di peluche verranno devoluti in beneficenza ai bambini di ospedali e case famiglia, grazie al contributo fondamentale dell’associazione “Regalami un sorriso Palermo”. Svoboda continua ad inventare per Caronna, che schiaccia due volte a canestro. La Virtus Valmontone si fa vedere con Ugolini, bravo a smarcarsi in area avversaria. La squadra di Priulla controlla benissimo il match, segnando a ripetizione con Dal Maso, Caronna e Giancarli: + 9 il break su Valmontone. Scodavolpe accorcia le distanze per i suoi, il Green segna altri punti a referto con Svoboda. Il primo quarto termina 20-14 per i padroni di casa.

La seconda frazione di gioco si apre con due punti firmati dall’attivissimo Dal Maso, un leone sotto canestro, abile a battagliare contro tre avversari. Bisconti tiene vivi i suoi, con due canestri consecutivi. La partita è gradevole, ritmi intensi e veloci sul parquet. La manovra del Green si offusca leggermente, Valmontone si avvicina pericolosamente. Ci vuole una bomba di Andrea Lombardo, da distanza siderale, per ristabilire le gerarchie in campo: Mattioli chiama timeout per gli ospiti. Negli ultimi minuti di secondo quarto la Virtus continua ad attaccare con grande generosità e ad avvicinarsi ai padroni di casa, il Green sbaglia qualcosa di troppo nella propria manovra di attacco. Si va al riposo sul parziale di 29-28 per la formazione di casa che, dopo un ottimo inizio, si è spenta durante il corso del gioco.

L’apertura di terzo quarto è caratterizzata dal canestro di Pierangeli, che firma il sorpasso Virtus. È lo stesso Pierangeli a piazzare una bella tripla pochi istanti dopo, seguita dal tiro dall’arco vincente di Andrea Lombardo che ristabilisce la parità. Scodavolpe piazza un’altra tripla, Caronna segna da due. Le squadre non si risparmiano, dando vita ad un match agonisticamente intenso. Giancarli trascina i suoi con grinta e determinazione, Caronna e Svoboda firmano il sorpasso: +4 Green. Livelli segna dall’arco con estrema precisione, imitato poco dopo da Scodavolpe. Il numero 17 è indemoniato e segna ancora da tre, portando a +5 Valmontone: Priulla chiama timeout. Pichi segna dall’arco su assist di Pierangeli, Giancarli non perde tempo e segna anche lui da tre. Colpo su colpo le due squadre si affrontano senza alcun timore reverenziale: la partita è incerta e apertissima. Si vall’ultimo quarto sul 54-60 per la Virtus Valmontone.

L’ultimo quarto si apre subito con tre punti Green, frutto di un canestro con fallo subito da Giancarli. Livelli realizza dall’arco ma Giancarli lo imita riportando a -3 i suoi. Caronna, ben imbeccato da Svoboda, segna due volte nell’arco di pochi istanti, portando in vantaggio i suoi. Gli animi in campo si surriscaldano, la tensione sale. Venturelli spara da casa sua, esaltando il pubblico, Scodavolpe risponde per Valmontone. Gli ospiti mettono a referto due triple consecutive, aumentando a 5 il distacco tra le due formazioni. Priulla chiama timeout, serve una reazione immediata per evitare la seconda sconfitta consecutiva. Svoboda segna due tiri liberi, poi spara dal parcheggio del Palamangano e firma il pareggio. Due canestri fondamentali quelli realizzati dall’argentino, in un momento di grande difficoltà psicologica per il Green. Ruiu realizza un tiro libero, portando a +1 Valmontone. Caronna strappa la palla a Bisconti e firma il nuovo sorpasso, poi commette fallo sullo stesso 23 rossobianco che realizza due tiri liberi. A 27 secondi dalla fine Valmontone è sul +1. I direttori di gara fischiano due tiri liberi per Giancarli: il numero 8 biancoverde realizza il primo e sbaglia il secondo. Sull’attacco successivo Pierangeli segna un canestro vitale per Valmontone, portando a +2 gli ospiti. Mancano solo 11 secondi al termine del match, il Green ha un possesso a sua disposizione. Svoboda prova la conclusione ma sbaglia, rimessa comunque per il Green. Non c’è più tempo, Valmontone espugna il Palamangano e per il Green arriva la seconda sconfitta consecutiva.

Green Basket:

Dal Maso 8, Svoboda 12, Giancarli 15, Paunovic 2, Romanò, Caronna 25, A. Lombardo 8, Venturelli 9, Pucci, Mazzarella, Bellanca.