SERIE B. Il cambio in panchina non porta alla vittoria, la Viola passa in casa del Green Palermo. La cronaca

Michele Venturelli in azione

Si apre con una sconfitta l’avventura di coach Priulla alla guida del Green Basket Palermo. I siciliani sono usciti sconfitti dal Palamangano con il punteggio finale di 72-82 per mano della Viola Reggio Calabria. La Viola apre il punteggio con due liberi realizzati da Fall, ma è Svoboda a salire subito in cattedra con una tripla di pregevole fattura. I calabresi provano a restare agganciati, ma un appoggio incredibile di Paunovic (su assist geniale di Svoboda) e una tripla di Venturelli sui 24” da casa sua mandano il Green sul +8. La Viola reagisce con la bomba di Falluca, risponde il Green con un’altra prodezza dall’arco di Venturelli per il 21-14 al 7′. malgrado Palermo faccia registrare un ottimo parziale da 26 punti all’attivo, gli ospiti sono bravi a non staccarsi troppo nel punteggio e, con tre punti consecutivi di Carnovali, chiude il primo periodo sotto 26-23. Svoboda apre il secondo quarto con una tripla, ma una serie di decisioni arbitrali piuttosto controverse scatenano le proteste di coach Priulla, che viene punito con un fallo tecnico. Reggio Calabria risale così fino alla parità sul 32-32, con il break ospite contenuto parzialmente da 3 punti di Paunovic. Una serie di sfondamenti fischiati tutti a favore del Green, fa esplodere di rabbia la panchina calabrese, che all’ennesima decisione arbitrale contro alza il tono delle proteste tanto da vedersi infliggere anche lui, come il collega palermitano, il fallo tecnico. Prima dell’intervallo la Viola sale anche sul +9, ma Paunovic sulla sirena limita il passivo fermando il punteggio sul 39-44 alla pausa lunga. Attacchi bloccati in avvio di ripresa, che si sblocca con la tripla di Falluca dopo oltre 2′; il successivo appoggio comodo sotto il ferro di Agbogan, che manda in doppia cifra il vantaggio degli ospiti, costringe Priulla ad un timeout obbligatorio per dare una svegliata ai suoi. La reazione immediata non arriva, Matroianni e Falluca colpiscono ancora dall’arco per il +16; Reggio però si innervosisce (sempre in seguito a sfondamenti fischiati contro, ben conquistati dai giocatori palermitani) e allora Lombardo e Venturelli, con la ciliegina della tripla di Dal Maso, riportano il Green sul -9, che Fall dalla lunetta perfeziona sul 51-61 a 10′ dalla fine. Giancarli sembra poterla riaprire con una bomba, ma gli rispondono subito Mastroianni e Vitale per il +12 in favore della Viola; Palermo torna ancora nel match con la tripla di A. Lombardo, ma un antisportivo assegnato a Venturelli per un fallo di reazione su Vitale riconsegna la doppia cifra di vantaggio a 1′ dalla fine e di fatto chiude ogni discorso, dando strada libera alla vittoria per Reggio Calabria.

GREEN BASKET PALERMO – VIOLA REGGIO CALABRIA 72- 82

PALERMO: Dal Maso 12, Svoboda 8, Giancarli 10, Migliorelli ne, Paunovic 13, Romanò ne, Caronna 6, A. Lombardo 10, Venturelli 13. Coach: Priulla.

REGGIO CALABRIA: Alessandri 2, Grgurovic ne, Fall 4, Falluca 15, Agbogan 8, Carnavali 15, Mastroianni 11, Paesano 14, Nobile 7, Vitale 6, Scialabba ne. Coach: Mecacci.

ARBITRI: Mirko Di Franco di Darmine (BG), Alex Naftali di Torino.

Parziali 26-23, 39-44, 51-61, 72-82.