SERIE B. La tripla di Tempestini scaccia la paura contro Oleggio: Green vincente nella prima del 2020

Tempestini e Caronna

L’ultima del girone d’andata, la prima dell’anno nuovo: un crocevia delicato che il Green Basket Palermo supera d’autorità al rientro dalla sosta natalizia battendo Oleggio 72-65. La Magic Basket si rivela osso durissimo, ma è costretta a cedere sul parquet del PalaMangano su una tripla decisiva di Tempestini (16 pts) a 40″ dalla fine. Oltre all’ex Lucca sugli scudi anche Pollone (12 pts + 14 rimbalzi), Duranti (17) e Di Viccaro (11).

Parte bene Oleggio, subito avanti 0-4. Per il Green riscalda i motori Duranti, ma per la prima metà del quarto sono gli ospiti a dettar legge: il primo controsorpasso lo sigla Tempestini dalla lunga distanza per il 13-12 dopo 5′. Testa sprinta per i piemontesi sul +3, poi è digiuno prolungato da ambo i lati: a riaccendere la contesa ci pensa Di Viccaro con due bombe da manuale che valgono il 19-16 alla prima sirena.

Il tira e molla prosegue anche dopo il minibreak con gli ospiti bravi ad abbassare i ritmi e convertire in sede offensiva sugli spunti di Pilotti e Benzoni. Dopo 4′ nel quarto il Green però prova a sparigliare le carte: Di Viccaro e Lombardo puniscono dall’arco per il +9, Oleggio barcolla ma abbassando i ritmi riesce nuovamente a ricucire. Ad un amen dal riposo lungo serve un tap-in di Caronna per chiudere avanti il quarto, 35-32.

Copione invariato al rientro. Dopo minuti interlocutori in cui Oleggio impatta il pari a quota 44, ecco che il Green ci riprova a mettere il turbo senza guardarsi più indietro: sulle iniziative di Pollone e Duranti la squadra di coach Bassi tocca il massimo vantaggio sul +10, poi è Pilotti a tamponare l’emorragia: suo il canestro che vale il 54-46 con cui si chiude la terza frazione.

Il Green sembra avere ora il pallino del gioco, imponendo un gap di sicurezza (nuovo massimo vantaggio sul +11 a 3’30” dalla sirena) che lascia presagire un finale dolcissimo. Oleggio non ci sta, resta in scia e attende l’attimo propizio per sferrare l’ultimo assalto. Quando i giochi sembrano chiusi Benzoni mette due triple in sequenza che gelano il PalaMangano e valgono il -2, 67-65, con 40″ sul cronometro. Ci pensa però un super Tempestini a togliere le castagne dal fuoco: sua la bomba che caccia via i cattivi pensieri e assicura ai suoi un inizio 2020 col sorriso. Nella lotteria dei liberi, ad una manciata di secondi dal termine, Palermo riesce anche ad allargare il passivo: al PalaMangano finisce 72-67, quarto posto blindato in solitaria al termine di un girone d’andata d’antologia.

Green Basket Palermo – Mamy Oleggio 72-65
Parziali: 
19-16, 16-16, 19-14, 18-19

Green Basket Palermo – Bruno Duranti 17 (3/3, 3/6), Tommaso Tempestini 16 (3/4, 2/8), Luca Pollone 12 (2/5, 2/5), Vincenzo Di viccaro 11 (1/2, 3/8), Giuseppe Caronna 8 (3/5, 0/0), Giuseppe Lombardo 5 (1/2, 1/5), Tommaso Minoli 3 (0/2, 1/5), Luca Savoca 0 (0/1, 0/0), Andrea Zini 0 (0/0, 0/0), Madieme Thiam mame 0 (0/0, 0/0), Salvatore Mazzarella 0 (0/0, 0/0), Federico Micale 0 (0/0, 0/0). All. Bassi

Tiri liberi: 10 / 13 – Rimbalzi: 45 10 + 35 (Luca Pollone 14) – Assist: 20 (Bruno Duranti, Tommaso Tempestini 4)

Mamy Oleggio – Andrea Pilotti 19 (6/12, 2/5), Daniele Benzoni 14 (4/9, 2/5), Filippo Testa 13 (4/8, 1/5), Fabio Grugnetti 9 (0/0, 3/4), Olivier Giacomelli 8 (4/6, 0/4), Edoardo Bertocchi 2 (1/2, 0/0), Tommaso Somaschini 0 (0/0, 0/3), Giovanni Garbarini 0 (0/0, 0/1), Leonardo Pelliciari 0 (0/0, 0/0), Nicolò Mosele 0 (0/0, 0/0). All. Remonti.

Tiri liberi: 3 / 7 – Rimbalzi: 26 2 + 24 (Andrea Pilotti, Olivier Giacomelli 6) – Assist: 17 (Filippo Testa 5)