SERIE B PLAYOUT. Passo falso per il Green Basket, al PalaMangano passa Pozzuoli

Flavio Priulla

Dopo aver concluso la regular season lo scorso sabato contro la Decò Caserta in trasferta, il Green Basket di Flavio Priulla torna al PalaMangano per affrontare in Gara-1 dei playout la Virtus Pozzuoli.

Dopo soli otto secondi di gioco è Tessitore a mettere a referto i primi punti per Pozzuoli, con una precisa realizzazione dall’arco. Gli ospiti attaccano forte, trovando buoni canestri con Thiam e Di Marco. I padroni di casa reagiscono con Peppino Caronna e la tripla del capitano, che prova a scuotere i suoi. Priulla si sbraccia in panchina, non contento dell’inizio dei suoi. La grinta del coach sveglia la squadra, che presta maggiore attenzione in difesa e nella costruzione della manovra offensiva. Bini mette dentro due punti al termine di una positiva azione personale, il capitano risponde da dentro l’area pochi istanti dopo. I primi dieci minuti vanno in archivio sul parziale di 18-15 in favore dei palermitani.

Il secondo quarto si apre con due punti firmati dall’argentino Svoboda, bravo a smarcarsi abilmente dal proprio avversario. Carrichiello risponde per gli ospiti, sempre da due punti. Dal Maso finalizza in contropiede, Carrichiello continua ad aumentare il proprio score personale. La sfida è avvincente ed equilibrata, le squadre non si risparmiano pur consapevoli della importanza della posta in palio. Svoboda spara un’altra bomba delle sue, portando sul +8 il Green e ricevendo l’ovazione del pubblico. Pozzuoli, però, riesce a rientrare in gara grazie a Bini e Di Marco, la difesa biancoverde ha mostrato alcune lacune in diverse azioni degli ospiti. Si va al riposo sul punteggio di 38-29 in favore del Green Basket, grazie ad un canestro poco prima della sirena firmato da Giuseppe Caronna.

Il terzo quarto comincia con errori evidenti sotto canestro da una parte e dall’altra. Thiam segna un tiro libero per Pozzuoli ed interrompe così il digiuno in campo. È Dal Maso a far registrare i primi punti palermitani, con un canestro voluto fortemente lottando tra due marcatori. Bini sale in cattedra e realizza da tre, facendo rientrare in partita i suoi: solo 2 adesso i punti a dividere le due formazioni. È Pucci a rispondere dall’arco, con una tripla davvero pregevole. Lo stesso Pucci, poco dopo, realizza un tiro libero, portando sul +6 i padroni di casa. Il capitano, pochi secondi dopo, spara un’altra bomba e trova tre punti importantissimi: Gentile chiama timeout, Pozzuoli torna in difficoltà. Carrichiello e Tessitore, però, trovano due pregevoli triple che riaprono i giochi. Si va all’ultimo atto sul parziale di 53-47 in favore della formazione allenata da Flavio Priulla. 

Nel quarto quarto è De Ninno ad aprire le danze con una tripla importante, seguita dal canestro da due punti di Svoboda e di Thiam sempre per Pozzuoli. Romanò recupera palloni ovunque e li serve per i suoi compagni: Giancarli, su assist del numero 20 biancoverde, finalizza un bel contropiede. Equilibrio costante in campo, le due squadre si inseguono a vicenda contribuendo così a rendere spettacolare il match. Pozzuoli agguanta il pari con la tripla di De Ninno da lontanissimo e passa quindi in vantaggio con Bini sempre con una bellissima finalizzazione dall’arco. Pozzuoli va sul +3 con la schiacciata di Thiam, Priulla chiama timeout impensierito. Andrea Lombardo va in progressione solitaria e mette a referto due punti, Thiam continua a dare fastidio alla difesa biancoverde.  Ad un minuto dal termine delle ostilità Pozzuoli è avanti di otto punti, grazie alla tripla di Tessitore che ha aumentato decisamente la qualità della propria prestazione in campo. I palermitani ci provano ma non c’è più tempo, il Green stecca la prima partita dei playout: Pozzuoli sbanca il PalaMangano, 69-77 il finale. Adesso il Green non potrà assolutamente fallire il match di giovedì sera, sempre al PalaMangano: serve una vittoria per continuare a credere nel sogno salvezza.

Green Basket Palermo:

Svoboda 15, Pucci 5, G. Lombardo 12, Peroni 11, Romanò 1, Last Born, Miccichè, Medizza, Dal Maso 10, A. Lombardo 3, Giancarli 7, Caronna 5.