SERIE D. Alla Nuova Pall. Messina Cocuzza non riesce la rimonta contro il Cus Palermo

Messina paga un primo quarto da soli nove punti segnati, non riuscendo a concretizzare il recupero nei minuti finali. Non basta il trentello di Stuppia (31), il ventello di Vidakovic (22) e la doppia cifra di Albana (16).

Cus Palermo - Nuova Pallacanestro Messina Cocuzza
Cus Palermo - Nuova Pallacanestro Messina Cocuzza

Sconfitta in trasferta per 89-84 per la Nuova Pallacanestro Messina Cocuzza sul parquet del Cus Palermo. I peloritani pagano il primo parziale chiuso 22-9 che ha condizionato l’esito del match. Partenza sprint dei padroni di casa con Muratore e Bonanno, autori di 6 punti a testa, mentre il solo Stuppia (7) trova con continuità il canestro fra gli ospiti, primo quarto che si chiude sul +13 per gli universitari (22-9). Albana (8 punti nel secondo quarto) e compagni provano a reagire nel secondo parziale, Stuppia continua a martellare (11), ma le cinque triple dei cussini consentono ai padroni di casa di mantenere un buon margine di vantaggio all’intervallo (49-38). Vidakovic (11 punti) prova in tutti i modi a ricucire, Messina torna a -8 (66-58) ma Moltrasio e Bonanno hanno ancora abbastanza cartucce per tenere a distanza gli atleti di Pizzuto, con la rimonta che si ferma al -5 finale (89-84). Il Cus Palermo aggancia così la Nuova Pallacanestro Messina in zona playoff a 10 punti, adesso per la Nuova Pallacanestro Messina chiusura del girone d’andata e del 2019 ospitando in casa Bagheria domenica 22 dicembre con palla a due alle ore 18:30.

Tabellino:

Cus Palermo – Nuova Pallacanestro Messina Cocuzza 89-84

Cus Palermo: Tomasello 3, Ajola 14, Bonanno 16, Moltrasio 16, Muratore 23, Campora 5, Loddo, Inzerillo 6, Benfratello, Cerasola 6, Pirrera.

Allenatore: Catania

Nuova Pallacanestro Messina Cocuzza: Diallo 6, Comelli 7, Ostojic ne, Pivas ne, Albana 16, Ivkovic 1, Vidakovic 22, Marabello 1, Molino, Stuppia 31, Petrovic, Gullo.

Allenatore: Pizzuto

Parziali: 22-9, 27-29 (49-38), 17-20 (66-58), 23-26 (89-84).

Usciti per cinque falli: Inzerillo; Ivkovic.

Arbitri: Fabrizio Miragliotta e Marcello Barone di Palermo (PA).