SERIE D. Il Castanea si presenta con l’acquisto del pivot inglese Murray

Il 15 settembre appuntamento con la presentazione ufficiale del Castanea Basket 2010

Si terrà domenica 15 settembre alle ore 18 presso l’Oasi Azzurra Village di San Saba la presentazione ufficiale del Castanea Basket 2010. Appuntamento da non perdere in una location che abbinerà il suo nome a quello della squadra, tale collaborazione è resa possibile grazie alla fattiva presenza del titolare Gianni Previti. In tale sede sfileranno per l’occasione tutti i dirigenti e gli atleti della prima squadra del Castanea Basket che saranno chiamati sul palco, roster che è impegnato nel prossimo campionato di serie D stagione 2019/2020. Spazio ovviamente dedicato al progetto targato “Baskin”, sempre più colonna portante di tutto il movimento della compagine gialloviola che avrà risalto ed importanza. La società specializzata SSR da oltre due anni è sempre più al comando del progetto con la fattiva presenza del presidente Domenico Arena abile a dettare le linee guida, coadiuvato da uno staff sanitario esperto e pronto a mostrare a tutti le proprie competenze sul fronte terapeutico e di classificazione dei giocatori.

Inoltre ci sarà spazio per il progetto denominato “Conosciamo i giganti del basket”, finalizzato a portare gli atleti stranieri nelle scuole primarie per far capire agli studenti più giovani l’importanza della conoscenza delle lingue straniere in un contesto sempre più globale com’è quello del mondo dei giorni nostri oltre a rivelare come il singolo atleta riesca ad affermarsi nel mondo dello sport. Nel corso della serata la società si riserverà di svelare alcune novità importanti quali diverse collaborazioni tecniche che faranno crescere ulteriormente la società ed il network gialloviola in generale. Diversi gli inviti spediti personalmente dalla società che daranno diritto alla presenza alla serata, su tale fronte sono attese le principali figure dei vertici istituzionali del basket cittadino oltre alle istituzioni della città di Messina, da sempre al centro dell’evento. Nel corso della serata verranno presentate infine le nuove tessere del tifoso in una versione rinnovata, per quello che è un progetto di consolidamento economico per la società.

Nel frattempo il mercato di rafforzamento del Castanea Basket 2010 continua a regalare colpi importanti per il prossimo campionato di serie D. E’ stato infatti definito da parte della dirigenza giallo viola l’ingaggio della nuova ala/pivot che sarà Murray Hendry, scozzese di ventitrè anni, di 203 cm. Dotato della doppia nazionalità scozzese-britannica il ragazzo è cresciuto al Georgetown District High School, sua città natale, dove ha mostrato ai tecnici locali le prime potenzialità con la canotta dei Rebels. Si è subito innamorato della pallacanestro lui che, nato in Scozia, ha anche vissuto in Olanda prima di tornare ad Halton Hills a frequentare l’Harrison Public School e poi, come detto, il Georgetown District High School.
Lo scorso anno il primo passo importante per la sua carriera quando in estate firmò il primo contratto professionistico con un clab di BBL (British Basketball League) con i Glasgow Rocks, club che ha chiuso la stagione con 18 vittorie su 33 partite e centrando la qualificazione ai palyoff.
Per Murray impegnato in una squadra di livello i numeri sono stati certamente positivi per essere stato il primo approccio col mondo del basket professionistico inglese.

Adesso si profila la nuova avventura in Italia col Castanea Basket ed il ragazzo si dice pronto a disputare un ottimo campionato: “Il Castanea rappresenta per me una grande occasione, sono realmente impaziente di far parte di questa squadra. Sento che potremo costruire qualcosa di solido e speciale, abbiamo una squadra dal carattere vincente e dovremo allenarci ogni giorno per rendere al meglio. I ragazzi ogni giorno mi aiutano a farmi sentire uno di loro e per me è importante. Inoltre ho trovato in Sicilia una terra accogliente e calda con persone gentili e socievoli aiutandomi anche con la lingua. Sicuramente inizierò a girare l’isola per visitare più posti possibili“.