SERIE D. Il futuro della Zannella sono i suoi giovani, coach Giambelluca: “Spazio agli under 20”

Dario Giambelluca
La prima squadra della Zannella Cefalù disputerà certamente il campionato di serie D, con l’obiettivo dichiarato di far crescere i giovani del proprio vivaio. Saranno infatti coinvolti nel progetto tutti i ragazzi Under 20, alcuni dei quali hanno alle spalle esperienza del campionato, essendo già stati chiamati in causa da coach Giambelluca negli anni precedenti.
A questi saranno affiancati alcuni innesti senior, che presto saranno ufficializzati, profili ritenuti adatti non solo in relazione al contributo di esperienza sul campo che possano fornire, ma anche alla disponibilità e alla capacità di coinvolgere e far maturare i loro compagni più giovani.
La Zannella inoltre come ogni anno si vedrà fortemente impegnata con i gruppi del Settore Giovanile e del Minibasket e il suo staff di allenatori, istruttori ed assistenti. Gli allenatori Giambelluca, Lusco e Di Bianca si occuperanno delle categorie Under, mentre gli istruttori Salvatore Di Bianca, Fabiola Battaglia, Salvatore Pirrone, Salvatore Maniscalco ed alcuni giovanissimi assistenti formeranno lo staff minibasket, coordinati da Di Bianca.
Per questo già da alcune settimane i ragazzi Under si allenano al campo, divisi per gruppi di attività e con una programmazione condivisa da parte dello staff allenatori, per cercare di preparare al meglio la nuova stagione ed anche i bambini del minibasket hanno da poco iniziato e continueranno ad incontrarsi, nel rispetto dei protocolli di sicurezza FIP, con un programma di gioco estivo che intende riavvicinare gradualmente i più piccoli allo sport dopo i mesi difficili appena trascorsi.
Queste le prima parole rilasciate da Coach Giambelluca: “In questi anni i nostri giovani che sono stati chiamati in causa in prima squadra hanno dato un apporto fondamentale. In questa stagione sportiva la serie D sarà incentrata sul gruppo under 20, con i senior che completeranno il roster mettendo a disposizione la propria esperienza e le proprie qualità tecniche. Non ci saranno particolari esigenze di classifica, ma l’obiettivo sarà comunque di ben figurare dando minuti importanti ai nostri under, in modo da fargli acquisire sempre maggiore sicurezza e completare la loro formazione, come giocatori che possano continuare negli anni a venire ad essere parte fondamentale del roster della prima squadra