SERIE D. La capolista imbattuta Spadafora prepara il big match contro Sant’Agata

Luigi Maganza
Luigi Maganza

Archiviata ormai la dodicesima vittoria consecutiva su altrettante gare disputate, la capolista Lp Piero Lepro Spadafora è rivolta al prossimo impegno di campionato che le riserva la trasferta in quel di Sant’Agata dove affronterà la seconda forza del torneo.
Ad analizzare quanto finora fatto ed il prossimo impegno è Coach Luigi Maganza:
Il percorso netto, realizzato dai miei ragazzi, è di certo un risultato che in pochi si aspettavano. Ero consapevole della forza di questo gruppo, e tengo a precisare che mai negli anni avevo avuto una compattezza di spogliatoio come in questa stagione. Non eravamo additati come squadra di vertice e non risultavamo, nelle previsioni, tra le squadre protagoniste del campionato. Ma nonostante il basso profilo tenuto, ero ben consapevole che avremmo recitato un ruolo di primo piano. Domenica scorsa abbiamo superato una compagine che ha assemblato un roster di primissimo piano e che per gli addetti ai lavori veniva indicata come prima forza del torneo. Siamo ben consapevoli – prosegue Maganzache tenere questo ritmo è molto difficile e che il passo falso è sempre dietro l’angolo, ma di certo sono sicuro che qualora dovesse verificarsi anche in quell’occasione daremo il massimo con l’umiltà che ci sta contraddistinguendo. La formula di questo campionato di certo non ci soddisfa, poiché anche arrivare primi non ti premia per il salto di categoria ma ti riporta ugualmente ai playoff, di conseguenza ci atteniamo al regolamento e viviamo alla giornata”.
Domenica prossima affrontiamo in trasferta lo Sporting S.Agata, – prosegue l’allenatore di Spadafora – altra compagine di livello e che ben si sta disimpegnando. Sarà un match che affronteremo con una serenità assoluta e senza pressioni particolari. Rimettiamo agli avversari la pressione e la necessità di imporsi su di noi, per interrompere la nostra striscia positiva che qualora dovesse verificarsi non creerebbe in noi alcuna ripercussione psicologica poiché già quanto realizzato ha ben fortificato le certezze della squadra ed inoltre le quattro lunghezze di vantaggio sulla seconda in classifica ci permetterebbe ugualmente di conservare la vetta della classifica”.