SERIE D. Palermo Basket incappa nella peggiore prestazione stagionale, gara 1 è della Fortitudo Messina

Fortitudo Messina - Palermo Basket
Fortitudo Messina - Palermo Basket

ROSANERO NON PERVENUTI, GARA1 SE LA PRENDE MESSINA

Incappare nella domenica peggiore della stagione, sopraffatti da un avversario affamato e impossibilitati a cambiare colore al cavallo in corsa. È ciò che è accaduto a La Braciera Palermo nel primo atto delle semifinali play-off di Serie D, che ha visto la Fortitudo Messina portare a casa Gara1 con un eloquente 79-56.

Match in equilibrio praticamente solo per metà primo quarto, prima cioè dell’accelerata iniziale della Fortitudo Messina propiziata dalle triple di Cavalieri, Bellomo e Lanza. Il ritmo dei padroni di casa del PalaTracuzzi è completamente diverso da quello dei rosa, che riescono a limitare i danni con due triple di Calò, ma già dopo 10’ di gioco sono 13 i punti realizzati e 26 quelli subiti. Nel secondo quarto la musica non cambia: troppe forzature offensive che generano palle perse per i palermitani di coach Vallesi. Messina mantiene alte le medie al tiro pungendo ancora con Lanza e Cavalieri, rispondendo a tono ai tiri pesanti di Flavio Paternò e ancora Calò. Maggior equilibrio nel parziale, ma all’intervallo il passivo dei rosa è -14.

La scossa per La Braciera Palermo si attende al rientro dagli spogliatoi, ma è proprio in questo frangente che appare chiaro come per gli ospiti non sia serata: Messina piazza in serie ben sei triple, cinque delle quali firmate da un incontenibile Squillaci al quale, oltre ai meriti, vanno aggiunte anche le libertà lasciategli dalla difesa rosanero. Il passivo tocca i 30 punti e la gara virtualmente si chiude lì. Nel finale di quarto viene dato ampio spazio ai giovani da parte di entrambi gli allenatori, con ottimi impatti da parte degli Under 18 rosanero Federico Micale e Gianfranco Chiri. Alla sirena il tabellone recita 79-56 per la Fortitudo Messina, dopo una gara che è sembrata neanche lontana parente dell’epica sfida di tre settimane fa al PalaMangano, chiusa con il successo de La Braciera Palermo dopo due supplementari.

Sconfitta senza appello, dunque, per i rosa apparsi forse scarichi mentalmente dopo quella che è stata una vera e propria impresa titanica, ossia il raggiungimento dei play-off ormai insperati. Sabato prossimo (PalaMangano, ore 18:30 ingresso libero) l’atto secondo dove, senza dubbio, si vedrà un’altra squadra in maglia rosanero.

FORTITUDO MESSINA – LA BRACIERA PALERMO 79-56
Parziali: 26-13, 43-29 (17-16), 69-38 (26-9), 79-56 (10-18)

Messina: Currò 10, Adorno, Lanza 15, Bianchi, Squillaci 23, Cavalieri 11, Ioppolo 4, Cordima, Bellomo 13, Barlassina 3, Faye, Martino. All. Baldaro

Palermo: F. Micale 6, Audino, Benvegna 4, F. Paternò 11, G. Paternò 1, Calò 21, Cuccia 2, Chiri 2, Melone, Vaccaro 1, Trevisano 8. All. Vallesi