SERIE D. Spadafora si aggiudica la “battaglia” contro la Zannella Cefalù. Colica: “Siamo un grande gruppo”

Nuovo Avvenire Spadafora
Il Nuovo Avvenire Spadafora

Inarrestabile la marcia della Lp Piero Lepro Spadafora che si impone sulla forte compagine della Zannella Cefalù, conquistando così il nono successo su altrettante gare disputate e confermandosi sempre più capolista del campionato di Serie D.

I ragazzi di Luigi Maganza arrivavano a questo match privi degli infortunati Mobilia e Mammina. Avvio di gara equilibrato, Barbera per i padroni di casa e Terrasi per gli ospiti sono subito in evidenza con realizzazioni dall’arco. Cefalù con buona intensità riusciva a portarsi avanti ed a 7’30 dalla fine del primo quarto conduceva sul punteggio di 6-9. L’ottimo Samuele Colica, 21 punti finali per lui, realizzava la tripla del pareggio ma erano ancora gli ospiti con l’ottima vena di Ducato a riportarsi avanti
La Zannella Cefalù spingeva ancora ed a 4’00 dal primo riposo andava sul +7.
I padroni di casa trascinati dalla grande intensità di Colica, in entrambe le fasi, riducevano il gap e si portavano sul -1 , 17-18 a 3’00 dal termine del primo quarto .
Toccava al lituano Klevinskas per gli Spartans iscriversi a tabellino e subito dopo permettere ai suoi di raggiungere la parità, che sfuggiva però nei secondi finali con la Zannella Cefalù che chiudeva sul +2 la prima frazione. Punteggio 25-27.
Il secondo quarto si apre con Spadafora che opera il sorpasso a 7’45 dal riposo lungo, sul punteggio 31-30, grazie ad una bella penetrazione di Colosi. Gli ospiti però non demordevano e grazie ad un’altra tripla di Terrasi volavano sul + 6. La capolista reggeva l’urto e subito rispondeva con Vento e Scibilia (39-41 a 4’00 dal riposo lungo). Coach Giambelluca chiamava timeout, ma al rientro una nuova tripla di Scibilia firmava il sorpasso per Spadafora.

Mai domi i cefaludesi rispondevano subito con sfrontatezza e con un tiro dall’arco di Pirrone si riportavano sul +2. I secondi finali della frazione vedevano la realizzazione di due liberi di Simone Sofia per gli Spartans e si andava così al riposo lungo sul risultato di 49-49.
Al rientro erano gli ospiti a spingere sull’acceleratore e sospinti dalla grande prestazione di Giuseppe Terrasi (34 punti finali per lui) andavano sul + 8 a 2’00 dalla penultima sirena . La capolista trascinata Colica e Barbera riusciva a ridurre il divario e ci si presentava così all’ultimo periodo con il tabellone che segnava 60-65 a favore della Zannella Cefalù .
In avvio dei dieci minuti finali Pirrone firmava il +8 ospite. Era però l’orgoglio della Lp Piero Lepro Spadafora, sospinta dal proprio pubblico, a saltar fuori in maniera evidente: Simone Sofia in grande evidenza riportava sotto i suoi -4 (69-73). Cefalù accusavano il colpo, l’ottima difesa di Spadafora e la grande intensità’ di gioco, abbinata alle ottime ripartenze, permettevano ai padroni di casa di agguantare la parità a 4’00 dal termine.

Gli Spartans volavano sul +4 punteggio (77-73) con Giambelluca che cercava di scuotere i suoi ragazzi. Al rientro tripla del -1 per la Zannella cefalù, risposta di Colica per l’allungo finale sul + 8, che vale il match terminato 88-81.

A margine della gara le dichiarazioni di Samuele Colica. “Sono felicissimo per la nona vittoria ottenuta e per quanto sono riuscito ad esprimere oggi sul campo. Siamo un grande gruppo, diamo tutti il massimo e vogliamo proseguire in questo nostro cammino a dir poco fantastico. Oggi abbiamo avuto la meglio su un’ottima squadra che in alcuni frangenti ci ha messo in difficoltà ma abbiamo saputo reagire di squadra portando a casa l’ ennesima vittoria“.