Successo per la 12 Ore Minibasket di Palermo: la festa dei 500 di Villa Gallidoro

Foto di gruppo della 12 Ore Minibasket di Palermo

Famiglie, colori e tanti sorrisi. La seconda edizione della 12 Ore Benefica di Minibasket di Palermo ha visto 500 persone, tra bambini, genitori e appassionati, riunirsi a Villa Gallidoro nella giornata di ieri, per celebrare il ritorno allo sport e alle manifestazioni all’aperto dedicate ai più piccoli, con la prima edizione organizzata dalla società Palermo Basket risalente ormai al 2019, poco prima della pandemia.

Un successo reso ancora più grande dalle premesse, per nulla positive, che avevano accompagnato la strettissima vigilia dell’evento, originariamente previsto mesi fa in Piazza Ruggero Settimo, davanti la suggestiva cornice del Teatro Politeama del capoluogo, ma che ha visto l’organizzazione costretta ad un cambio di location dell’ultimo minuto a causa della mancata risposta del COIME circa l’intervento di spostamento delle fioriere della piazza antistante il Teatro, che avrebbero reso impossibile l’installazione dei due campi da gioco previsti.

«Avevamo ricevuto tutte le autorizzazioni per una manifestazione, e questo è il colmo, co-organizzata insieme al Comune di Palermo stesso – spiega il presidente di Palermo Basket, Francesco Lima -, eppure attendiamo ancora oggi, ad evento concluso, una risposta da un singolo ufficio che ha sconfessato in un solo colpo quanto avevano già deciso Soprintendenza, Suap e Ufficio Sport. La risposta che abbiamo ricevuto ieri a Villa Gallidoro, in termini di consensi e partecipazione, ci ha confermato una volta in più che saremo pronti a riorganizzare sempre questa 12 Ore, anche contro personaggi più che persone che tentano di spezzare la voglia e la passione di chi cerca di fare beneficenza e di far riappropriare i bambini del loro diritto allo sport e al divertimento».

Annullare la manifestazione, a 48 ore dalla stessa, avrebbe cancellato una giornata che ha visto bambini e bambine delle società di Palermo e provincia, con la presenza anche di rappresentanti di due società nazionali e internazionali, giocare, ballare e divertirsi insieme e all’aperto, in quello che resta un tempio storico della pallacanestro palermitana come Villa Gallidoro. Presente all’evento anche Lega del Filo d’Oro, con un desk informativo sull’attività che quotidianamente presta a beneficio delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali. Nel pomeriggio, spazio alla tappa interprovinciale del Circuito Giovanile 3×3 FIP Sicilia, che ha visto incontrarsi squadre palermitane, trapanesi e agrigentine.

«È stata una giornata davvero entusiasmante – commenta il Responsabile 3×3 FIP Sicilia, Dario Dragna -. I protagonisti sono stati prima i bambini del minibasket e poi i giovani cestisti siciliani del domani. Un preludio ideale, in un contesto storico come quello di Villa Gallidoro, alle finali regionali in programma a San Vito Lo Capo i prossimi 23-24 luglio».