SUPERCOPPA. Esordio amaro per la Virtus Kleb Ragusa battuta 73-63 dalla Fortitudo Agrigento

La Virtus Kleb Ragusa scende in campo al Pala Moncada dove ad aspettarla c’è la Fortitudo Agrigento di coach Catalani. Si gioca per la Supercoppa Centenario e nel girone P gli iblei incontreranno oltre gli agrigentini anche Palermo e Torrenova. Nei momenti che precedono l’inizio della gara c’è tanta emozione per questo nuovo palcoscenico che quest’anno il Ragusa ha scelto di calcare.

I primi due punti dicono Agrigento per mano di Rotondo a cui risponde Chessari con un tiro da fuori area. Gli agrigentini partono subito con il piede sull’acceleratore ma i ragusani cercano di mantenere il ritmo anche se i padroni di casa dettano subito legge e provano nei primi 5 minuti un allungo. Ma i ragazzi di coach Bocchino non lo permettono e grazie a delle azioni ponderate di Ianelli e Idrissou gli ospiti si riavvicinano ai locali. Chiarastella in post basso realizza senza troppi intoppi e porta i propri a chiudere il primo quarto a +6.

È sempre la Fortitudo Agrigento a muovere le fila mentre Ragusa insegue a breve distanza. Gli animi in campo si surriscaldano e si corre da un canestro all’altro senza fiato. Saccaggi si rende protagonista di azioni ben costruite sotto le plance e in ugual misura anche Iurato e Kitsing portano acqua al proprio mulino organizzando il gioco in maniera lineare e fluida. I padroni di casa provano a arginare gli ospiti ma i ragusani non si fanno mettere nell’angolo e rispondono facendo girare velocemente la palla. Rotondo spinge avanti i suoi con azioni rocambolesche sotto canestro che danno i suoi frutti coadiuvato da Grande che realizza 7 punti in pochi minuti. Iurato prova a prendere le redini della squadra per tallonare i padroni di casa ma Chiarastella e compagni riescono sempre a mantenersi a distanza di sicurezza.

Al ritorno dal riposo lungo il ritmo non cambia anzi diventa più serrato. Chiarastella trova punti importanti da fuori area che fanno allontanare i suoi. I ragusani però non demordono e cercano di avvicinarsi ai padroni di casa ma questi non lo permettono. Ianelli ha delle ottime intuizioni in area che portano i risultati sperati così come Canzonieri che da fuori area trova punti fondamentali. Coach Bocchino a questo punto impartisce cambi veloci per far ruotare la squadra e cambiare schemi in campo ma questo non impensierisce per nulla la Fortitudo Agrigento che prosegue spedita per la sua via consolidando il divario creato con gli avversari.

All’inizio dell’ultimo quarto la Virtus Kleb Ragusa entra in campo più arrabbiata risultando più incisiva sotto le plance. Idrissou, grazie agli assist di Iurato e Canzonieri, realizza dopo azioni ben costruite riuscendo ad accorciare le distanze con i locali. A questo punto però gli animi si surriscaldano e i nervi si fanno più tesi. Nessuna delle due compagini di gioco vuole sfigurare. Agrigento prova ad accelerare affidandosi a Rotondo e Saccaggi che in tandem realizzano punti dagli angoli coadiuvati da Chiarastella che riesce invece a penetrare l’area avversaria trovando l’arco con facilità. Gli ultimi minuti sono convulsi. Si corre da un lato all’altro del campo cercando di costruire azioni che possano portare punti. Negli ultimi secondi Ianelli riesce a rubare una palla a Ragagnin e conclude nell’area avversaria e parallelamente fa Veronesi dall’altra parte. Nonostante il buon ritmo dell’ultima frazione di gioco la Fortitudo Agrigento batte la Virtus Kleb Ragusa con il risultato finale di 73 a 63.

«È stata una partita contro un’ottima squadra – commenta a caldo coach Bocchino- e i ragazzi hanno messo in pratica tutto quello che abbiamo preparato in questo mese. Siamo stati intensi ma purtroppo non abbiamo avuto buone percentuali nei tiri liberi e nei tiri da 3 e questo ci ha un po’ penalizzato però sono contento perché contro una squadra di valore siamo riusciti a muovere la palla e a costruire azioni interessanti e questo è un buon viatico per il futuro. Mi è piaciuto l’atteggiamento dei ragazzi in partita e l’intensità, qualità che ci hanno contraddistinto. Oggi è stato anche importante ricominciare dopo tutti questi mesi di stop. Non è stato facile calcare il parquet però è stato bello nuovamente vedere il basket giocato».

FORTITUDO AGRIGENTO – VIRTUS KLEB RAGUSA: 73 – 63
Parziali: 20-14; 41-32; 58-45

FORTITUDO AGRIGENTO
Rotondo 13, Grande 12, Cuffaro, Chiarastella 20, Ragagnin 3, Saccaggi 6, Veronesi 17, Peterson 2, Indelicato ne, Costi ne, Mayer ne. All.: Catalani

VIRTUS KLEB RAGUSA
Chessari 7, Stefanini 3, Iurato 15, Ianelli 15, Sorrentino ne, Salafia 1, Ferlito, Canzonieri 7, Idrissou 8, Kitsing 7. All.: Bocchino