Trapani riflette sull’esclusione di Siena, il dg Lamma: “Serve grande attenzione su conti e programmazione”

Davide Lamma dg della Pallacanestro Trapani

Capo d’Orlando, Fortitudo Agrigento e Pallacanestro Trapani sono le società siciliane che stanno patendo le conseguenze portate dall’esclusione di Siena dal campionato di Serie A2 nel Girone Ovest.

-2 di punti in classifica che significano un passo indietro per le tre squadre isolane. In particolare Cdo aveva agganciato la vetta appena la scorsa domenica vincendo a Scafati. Nessuna delle tre società si è scomposta, ma tutte hanno pronte le proprie riflessioni.

Le considerazioni dei granata sono state espressa dal dirigente generale Davide Lamma.

Una Serie A2 con società ben strutturate

Con l’esclusione di Siena il campionato prende una piega diversa, ma il pensiero va oltre la formula, alla classifica che cambia, ad alcune squadre che devono giocare meno partite delle altre. Obiettivamente fare pallacanestro in A2 o in A1, si sa, costa. La riflessione che si può fare è questa: c’è bisogno di società strutturate da un punto di vista tecnico, con bravi allenatori, e dirigenziale con figure preparate che sappiano progettare, e con una grande responsabilità sulla sostenibilità economica. La notizia dell’esclusione era nell’aria, se Siena fosse dentro o fuori ce lo chiedevamo già tanto tempo. Speravamo la situazione potesse rimettersi a posto, così non è stato“.

Serve grande responsabilità sui conti

E’ difficile valutare cosa sia successo dal punto di vista amministrativo e nessun esterno può sapere esattamente qual’era la situazione reale di quella società. Non avendo informazione dettagliate, perché quel che è successo a Siena lo sa chi era dentro Siena, quello che possiamo tenere a mente è che la struttura e la programmazione, anche economica, devono ricevere la principale attenzione da parte di tutti. Serve grande responsabilità. Programmazione e conti devo funzionare indipendente dai regolamenti e dai parametri richiesti, dalle liberatorie necessarie. Poi, gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo e li hanno tutti“.