Tre triple nell’ultimo minuto di Della Valle costano la sconfitta contro Reggio Emilia alla Betaland Capo D’Orlando

Orlandina-Reggio
Riccardo Cervi durante Orlandina-Reggio Emilia

Una fiammata di Della Valle, autore di tre triple negli ultimi due minuti spegne le speranze della Betaland Capo D’Orlando che aveva giocato alla pari per 38 minuti. Arriva così la sconfitta per 70-81 che non consente ai paladini di spezzare la serie nera.

Alla Betaland Capo d’Orlando non sono bastati 36 minuti di battaglia, quasi sempre avanti, per tornare alla vittoria contro una delle formazioni più in forma del campionato, la Grissin Bon Reggio Emilia (9 vittorie nelle ultime 13 gare).

“DIFENDIAMOLA”, recita lo striscione esposto dai tifosi paladini durante la presentazione e lo spirito è quello giusto da parte della squadra, che interpreta da subito con grande grinta e voglia di lottare una partita che metteva in palio due punti molto importanti prima della pausa per Final Eight di Coppa Italia e attività delle nazionali.

I segnali di questa voglia sono negli 8 punti consecutivi di Voja Stojanovic, che risponde anche alla prima tripla di Amedeo Della Valle (16-16 a 4’14 dalla prima pausa), poi nel 7-0 per chiudere il primo quarto in vantaggio con due strepitose difese di Denis Ikovlev e quattro tiri liberi consecutivi di un Mario Ihring che impatta bene la partita.

Lo stesso Ikovlev è assolutamente scatenato nel secondo quarto, segnando in penetrazione, in post e con la tripla che vale il +8 (massimo vantaggio orlandino, 43-35 a 1’39 dall’intervallo).

Al rientro degli spogliatoi il centro reggiano Riccardo Cervi diventa protagonista, riportando avanti i suoi con 6 punti consecutivi, ma Stojanovic risponde colpo su colpo e sale in cattedra anche Luca Campani, ex di turno, che arriva al 30′ a quota 7 punti (compresa la schiacciata sulla sirena) e firma anche il +5 in avvio di quarto periodo (61-56 a 9’45 dalla fine).

La partita è durissima, i reggiani trovano nelle giocate di Chris Wright i punti per riazzerare il gap, e dopo l’ultimo vantaggio orlandino (assist di Atsur ancora per Stojanovic, 69-68 a 4’14 dalla fine) esplode Della Valle con tre triple consecutive che creano il break decisivo (70-79 a 58″ dalla fine).

Si chiedeva orgoglio e in campo c’è stato, purtroppo non sufficiente per interrompere la striscia negativa.

Ora c’è una lunga pausa che sarà certamente utile per riflettere e ripartire con le batterie più cariche e un rinnovato spirito per vincere le gare che saranno necessarie per centrare la salvezza.

BETALAND CAPO D’ORLANDO – GRISSIN BON REGGIO EMILIA 70-81

BETALAND CAPO D’ORLANDO: Alibegovic, Faust 5, Ihring 4, Atsur 1, Kubolka, Laganà, Delas 8, Wojciechowski 5, Campani 10, Ikovlev 15, Stojanovic 21, Donda. Allenatore: Di Carlo.

GRISSIN BON REGGIO EMILIA: Mussini, J.Wright 4, Bonacini, Candi 1, Della Valle 24, White 12, C,Wright 8, Cervi 21, Nevels 9, Llompart 2. Allenatore: Menetti.

Arbitri: Lo Guzzo, Baldini, Boninsegna.

Parziali: 24-23; 19-14; 16-19; 11-25