Tripla decisiva di Casula contro Viterbo. Maddalena Vision spera ancora di evitare i playout

Il Comitato regionale si congratula con la Maddalena Vision Palermo per la salvezza diretta in A2
Il Comitato regionale si congratula con la Maddalena Vision Palermo per la salvezza diretta in A2

Seconda vittoria consecutiva, già questa una notizia: se poi arriva ancora una volta in modo rocambolesco, di cuore, ancora meglio. La Maddalena Vision batte anche Viterbo 59-56 e continua la sua corsa per la salvezza diretta.

Una partita non bellissima ma emozionante, intesa e decisa da un incredibile canestro di Casula a 6” dal termine, per l’esplosione di gioia del PalaMangano. Ma andiamo con ordine: giornata particolare al PalaMangano, oltre al match da segnalare l’iniziativa per il progetto “Sport e Medicina: insieme si vince”, con la Maddalena Vision coi sopramaglia ufficiali dell’iniziativa nel prepartita. Le palermitane iniziano con buona intensità difensiva e una certosina ricerca delle lunghe, decisive all’andata, ma non riesce mai a prendere il largo. Un po’ imprecisa la squadra di casa, specie nella gestione di almeno tre situazioni di contropiede o transizione che avrebbero potuto fruttare più punti. In ogni caso, Palermo chiude avanti il primo periodo con un canestro di Blažević per l’11-9.

Il secondo quarto, come spesso succede, è il più difficile per le palermitane che trovano chiusa la via del canestro e forse pensano un po’ troppo ai mancati fischi arbitrali. Il metro dei fischietti è ondivago, permissivo nella prima metà, molto più severo nella seconda e manda un po’ fuori fase entrambe le squadre. Viterbo è più lucida a non pensarci e a scavare un primo importante break con Ciavarella e Riccobono, 17-23 al riposo.

Nel terzo periodo tecnico praticamente immediato per coach Giordano. Il gioco diventa molto spezzettato, le due squadre segnano più spesso dalla lunetta, Viterbo mette 10 punti dalla lunetta nel solo terzo quarto. La Maddalena Vision fa altrettanto, specie nella fase finale del quarto in cui i preziosissimi liberi di Blažević, Perseu e Ferretti (quest’ultime brave a cercare con aggressività il canestro e a caricare le avversarie di falli). Le palermitane però ci credono di più a da -10 iniziano un’incredibile rimonta sul pari: eccellente lavoro della difesa, che passa box and one su Ciavarella, presa in consegna dalla ’98 La Rosa, brava a non far mai un passo indietro contro la più blasonata avversaria. 39 pari a fine terzo quarto e partita tutta da giocare.

Nell’ultimo parziale la partita cambia spesso padrone, parte meglio Palermo che scardina la difesa con le triple di Perseu, Viterbo risponde coi punti del +4 firmati Ciavarella-Riccobono (47-51). Blažević e Perseu da tre punti ridanno il vantaggio alla Maddalena Vision, poi un pazzo finale: Perseu mette altri 4 liberi, ma sul 56-54 perde palla e dall’altra parte Riccobono mette il pareggio. Mancano 29”, la Maddalena Vision rientrando dal timeout consuma quasi tutto il cronometro di tiro, su palla vagante Casula raccoglie e non ci pensa due volte: tripla decisiva a 6.1” dalla fine. La gioia è immensa, ma c’è da difendere: Viterbo però non riesce a costruire un buon tiro, Blažević stoppa la tripla disperata di Romagnoli. Vince la Maddalena Vision, 59-56, ed è la seconda vittoria di fila.

Un successo che, in attesa dei match di Stabia e Pordenone, porta la Maddalena Vision ad agganciare queste due formazioni e a due soli punti da Viterbo (bilancio stagionale due vinte e zero perse). Se le cose rimanessero così sino alla fine sarebbero ancora playout per classifica avulsa, ma con una vittoria la situazione per le palermitane potrebbe cambiare. Si deciderà tutto in quattro giorni: sabato la sfida contro Ferrara in casa della formazione estense , mercoledì l’ultimo atto della stagione regolare, al PalaMangano contro Viterbo. Ottanta minuti in cui si gioca tutta una stagione.

 

Maddalena Vision Palermo-Defensor Viterbo 59-56

Maddalena Vision Palermo –  Perseu 19 (7/8, 0/3, 4/8), Ferretti 11 (7/8, 2/8, 0/1), Tennenini (0/2, 0/1), Blažević 18 (6/10, 6/9, 0/1), Ermito 4 (2/9); Casula 4 (1/2, 0/2, 1/1), Casiglia 1 (1/2), La Rosa, Monaco 2 (1/1, 0/2), Davì ne, Cerasola ne, Cappelli ne. All. Giordano, Vice: Ielo.

(T2: 11/34, T3: 5/14, Rimbalzi: 36, Recuperi: 15, Perse: 13, Assist: 6, Valutazione: 74)

Defensor Viterbo – Puggioni (0/3), Raiola 4 (2/2, 1/4, 0/1), Ciavarella 18 (3/3, 6/11, 1/6), Romagnoli 7 (4/4, 0/3, 1/5), Cutrupi 6 (3/6); Maroglio 2 (1/1), Boccalato, Riccobono 19 (3/5, 5/10, 2/4), Stoichkova (0/1), Ndiaye. All. Scaramuccia, Vice: Romagnoli.

(T2: 16/35, T3: 4/20, Rimbalzi: 32, Recuperi: 13, Perse: 14, Assist: 2, Valutazione: 42)

Arbitri – Cristina Mignogna di Milano e Antonio Giunta di Ragusa.

 

NOTE
Parziali: 11-9, 6-14 (17-23), 22-16 (39-39), 20-17 (59-56).

Falli: Maddalena Vision 13 – Viterbo 21. Tiri liberi: Maddalena Vision 22/30 – Viterbo 12/14.

Top statistiche Maddalena Vision: Rimbalzi Ferretti 10, Falli subiti Ferretti 10, Recuperi Ferretti 5, Assist Perseu/Ermito 2, Valutazione Ferretti 26.