Una brutta Passalacqua Ragusa saluta il secondo posto sconfitta nello scontro diretto contro Venezia

Chiara Consolini al tiro

Reyer Venezia – Passalacqua Spedizioni Ragusa 85-68

Umana Reyer Venezia: Anderson 6, Bestagno 10, Carangelo 8, Gorini 6, De Pretto 9, Steinberga 15, Petronyte 18, Pastore, Meldere ne, Penna 10, Macchi 3. All. Ticchi.
Passalacqua Spedizioni Ragusa: Tagliamento 5, Romeo 14, Consolini 9, Stroscio ne, Soli 3, Nicolodi 2, Walker 7, Hamby 25, Gatti ne, Ibekwe 3. All. Recupido.

Parziali: 25-16, 45-37, 65-54

La Passalacqua Ragusa perde lo scontro diretto con Venezia 85-68 e scivola in terza posizione in classifica. Quello rimediato in Laguna è il terzo stop consecutivo in trasferta per le ragazze di coach Gianni Recupido che, ieri sera al Taliercio, hanno avuto un bruttissima partenza, facendo scappare subito le padrone di casa nel primo quarto, salvo poi riuscire a riprendere il bandolo della matassa fino al -2, ma Macchi e compagne sono rimaste lucide per tutti i 40 minuti ed alla fine si sono imposte meritatamente, con il punteggio finale di 85-68. Unica consolazione per le ragusane, quella di avere comunque conservato la differenza canestri a favore, che nel caso di arrivo a pari punti con Venezia, metterebbe proprio le biancoverdi nella migliore condizione di classifica che al momento dice Schio 34, Venezia 32, Ragusa 30.

Pessimo inizio – commenta coach Gianni Recupido – e ancora difesa deficitaria e tanti rimbalzi offensivi concessi. Siamo stati abbastanza bravi a non mollare e a rientrare, ma anche in attacco, senza poter contare sulla nostra difesa che ci fa distendere in contropiede, abbiamo fatto molta fatica. È un momento in cui siamo in difficoltà, dobbiamo compattarci e pedalare”.

Nel prossimo turno di campionato Ragusa se la vedrà sul parquet di Vigarano, squadra contro la quale Consolini e compagne avevano rimediato la prima sconfitta in campionato.