Derby alla Lazur, Santa Venerina battuta senza faticare

Martina Lombardo della Lazur

La Lazur Catania chiude l’anno solare con il sorriso e ottiene, senza troppo faticare, la seconda vittoria consecutivi a spese del fanalino di coda Santa Venerina in quel di Fiumefreddo. Buon inizio della formazione catanese con i canestri di Cutugno e di Hristova; Fresta rompe il ghiaccio per le locali e poi Morabito per le catanesi per il + 8 Lazur; ma tanta precipitazione sotto canestro non consente alla formazione di coach Catanzaro di concretizzare le diverse palle recuperate. Così 4 punti personali consecutivi di Condarelli consentono alle lazurine di rispondere a 5 punti consecutivi di Lattuca e di andare all’intervallo sopra di 6. Stesso canovaccio nel secondo quarto, dove la Lazur, sbaglia troppo sotto canestro sostenuta solo dalle verve di Cutugno e sfrutta la scarsa precisione al tiro delle locali, andando al riposo sul + 10.

Al rientro in campo la Lazur cambia marcia, pressando a tutto campo e aumenta le percentuali in attacco, con Martina Lombardo su tutte (alla fine top scorer con 17 punti all’attivo); il distacco comincia ad assumere proporzioni notevoli e le ospiti chiudono il tempo sul + 19, pur contendendo qualche contropiede alle ospiti. L’ultimo quarto e’ caratterizzato inizialmente da diversi errori da un parte e dall’altra; ma poi la Lazur riprende a correre, con Licciardello che realizza 9 punti in fila e chiude il match con un eloquente + 27 finale.
La Lazur non si fermerà per le vacanze natalizie ma effettuerà un richiamo di preparazione atletica per potersi presentare al meglio alla ripresa del campionato, prevista per il 9 gennaio a Reggio Calabria contro la locale Viola.

Pallacanestro Santa Venerina-Lazur Catania 33-60

Pall. Santa Venerina: Cardea, Bontempo, Fresta 2, Lattuca 16, Grasso 5, Panebianco, Pafumi 2, Gagne 4, Pennisi, Cardillo © 4, Santini, Calì. All.: Sgroi. Vice: Pistarà.
Lazùr Catania: Condarelli 6, Licciardello 10, Miceli, Cutugno © 12, Hristova 4, Messina 2, Lombardo 17, Morabito 6, Tropea, Privitera, Caruso 3. All.: Catanzaro. Vice: Parisi.
Parziali: 8-14; 13-23 (5-9); 28-47 (15-24); 33-60 (5-13).

Arbitri: Puglisi e De Giorgio. Udc: Spina e Cosentino.