Alma è tempo di prepararsi all’A2, coach Buzzanca: “Non sfigureremo”

Otto anni è l'arco di tempo in cui l'Alma Patti è riuscita a ottenere credibilità per esordire in A2. Una piazza conosciuta per il basket maschile ritrova la serie nazionale con una squadra femminile e con un'allenatrice donna dopo tre stagioni

Coach Mara Buzzanca

A Patti la serie A2 femminile è stata cercata con programmazione e grande volontà. Non è stata obiettivo conquistato sul campo (tentativo comunque fatto nelle ultime stagioni), ma con una domanda di ripescaggio che la Lega Basket Femminile ha accolto ritenendo evidentemente la società siciliana con le “carte in regola” per giocare la seconda serie nazionale.

Ci saranno spese, ci saranno lunghe trasferte da sostenere ed al tempo di festeggiare si è sostituito subito quello della programmazione (durante una crisi sanitaria) della prima stagione lontana dalla “comoda” Serie B regionale.

Che squadra sarà l’Alma Patti e come Mara Buzzanca ritroverà l’A2 nelle vesti inedite di allenatrice e non più giocatrice di categoria?

Lo abbiamo domandato alla stessa coach pattese doc. Il mercato è in ritardo, ma questo non è un alibi per la matricola siciliana.

Come hai accolto la notizia dell’A2 e come ti stai preparando da allenatrice a guidare la squadra?
Questa bellissima notizia l’ho accolta con grande felicità un po’ incredula, ma era un sogno che inseguivamo da tempo. Alma basket nasce nel 2012 come una piccola realtà e lavorando molto sui giovani siamo riusciti a creare un buon vivaio è un buon settore giovanile. Avevamo già gettato le basi per poter ambire a qualcosa di più importante, ma ci mancava qualcosa. Da due anni a questa parte si è cercato di fare il salto di qualità e grazie alla presidenza dell’avvocato Attilio Scarcella, che tengo a ringraziare personalmente, finalmente è arrivato il momento tanto sperato e aspettato ed ecco l’Alma in Serie A2.
Come allenatrice sto programmando la stagione insieme al mio staff tecnico mettendo le pedine giuste al posto giusto, non sarà facile per me è un esperienza nuova, ma sto cercando di fare in modo con la massima serietà ed impegno, di farmi trovare preparata per affrontare un campionato duro ed emozionante. Prendo tutto questo come una sfida, con molta umiltà cercherò di fare il possibile cercando di trasferire alle giocatrici quello di cui hanno bisogno, saró a loro disposizione ed insieme a loro è tutta la società affronteremo un anno sfidante ed emozionante“.

Che tipo di squadra sarà Patti al suo primo anno di A2?
Sarà una squadra sprint, questo è sicuro. Ancora le trattative sono in atto, a giorni il Presidente comunicherà i primi colpi di mercato. Sarà un anno di assestamento per capire bene le dimensioni del campionato, ma sono sicura che sarà una squadra che farà divertire e che non sfigurerà“.

Mercato in ritardo o al passo con la stagione ’20-21?
Certo è che il mercato per noi è arrivato in ritardo, ma stiamo cercando di trovare il meglio che può offrire. Non è facile, ma siamo al lavoro da circa una settimana visto che il ripescaggio è avvenuto da poco“.

Quando è previsto il primo raduno?
La prossima settimana ci vedremo con il presidente e lo staff per definire le date precise per l’inizio della preparazione in vista del campionato che inizia il 4 ottobre. Credo che per fine agosto dovremmo iniziare“.