More

    Coach Gaetano Russo difende i suoi: “Provocati da giocatori adulti. Fathallah e gli arbitri sono andata via nella stessa auto a fine gara”

    Il coach del Cus Catania Gaetano Russo è intervenuto oggi per sottolineare due elementi che hanno per lui caratterizzato l’andamento di gara 2 dei Quarti di Finale Play Out giocati al PalaCus sabato 17 marzo.

    Essendo Nicolò un mio giocatore – ha scritto Russo – mi preme sottolineare due cose. Una, Fathallah per tutta la partita insieme al suo collega Cavalieri hanno giocato a fare innervosire i miei ragazzi sapendo benissimo che erano dei giovanissimi e ci sarebbero cascati. Come si evince dal filmato l’arbitro non poteva vedere, come invece ha detto, il labiale di Mazzoleni ma lo ha voluto punire perché Fathallah è un suo “amico”. A fine partita il giocatore e gli arbitri sono andati insieme in auto. A mente fredda mi viene da pensare a una “buffonata” creata appositamente per danneggiare il Cus Catania. D’altronde a fine partita Fathallah era così dispiaciuto che insieme ai suoi compagni ha lasciato a metà campo una presa in giro per i giocatori di casa“.

    Il riferimento fatto dall’allenatore catanese è ad una scarpa appartenente

    La scarpa lasciata al PalaCus dal Basket School Messina (Fb. Claudio Cavalieri)

    a Claudio Cavalieri lasciata appositamente nella metà campo della formazione di casa, dove il giocatore ha scritto alcune frasi rivolte a Gabriele Bonaccorsi del Cus e tra le altre anche sll’episodio che ha coinvolto Haitem Fathallah. Foto che è stata postata dallo stesso Cavalieri sui propri social.

    spot_img

    Latest articles

    Related articles

    spot_img