More

    Flavio Priulla elogia i suoi e avverte: “Stiamo facendo bene. Siracusa squadra forte e talentuosa”

    Una rincorsa cominciata non tanto dopo l’autunno nero, con quelle quattro sconfitte consecutive tra ottobre e novembre, ma ancora prima, dovendo recuperare le tre settimane di ritardo nella preparazione rispetto alle altre tredici squadra del girone.

    Adesso, coach Flavio Priulla può godere dei primi frutti del duro lavoro della sua Eagles Basket, capace di inanellare cinque vittorie consecutive da inizio dicembre ad oggi. L’ultimo successo casalingo, contro la FP Sport Messina, ha ancora una volta confermato l’eccellente trend offensivo dei palermitani.

    Stiamo facendo un buon lavoro e questo si vede durante le partite – racconta Priulla al sito ufficiale biancorosso -. Il nostro stimolo è fare il meglio possibile partita dopo partita e a fine stagione guarderemo la classifica. Contro Messina è stata una partita equilibrata sin dall’inizio, la foga a volte ci fa commettere qualche errore di troppo, ma è normale. La cosa davvero importante è che i ragazzi sappiano crescere e migliorare la prestazione all’interno della partita stessa, questo fa la differenza”.

    La ricetta per far bene è chiara davanti agli occhi dell’ex head coach di Cefalù: “E’ fondamentale che questi ragazzi mantengano entusiasmo e soprattutto acquisiscano consapevolezza dei loro mezzi – prosegue -, è importante per loro e per tutta la squadra perché ci permette di lavorare con ottimo atteggiamento e ciò porta ad una crescita costante. Avremo altre difficoltà in questo campionato, ma adesso abbiamo anche la forza e la coesione per superarli”.

    Un cammino denso di ostacoli, insomma, primo dei quali il prossimo impegno sul parquet della seconda forza del campionato: “Siracusa è squadra forte, talentuosa e ben allenata – avverte coach Priulla –. Per noi non deve essere un intoppo, ma un ulteriore step di crescita. A prescindere dal risultato mi aspetto una partita giocata con grande impegno e intensità da parte dei miei ragazzi, alla fine dei 40 minuti guarderemo il punteggio”.

    spot_img

    Latest articles

    Related articles

    spot_img