Nella dodicesima giornata del girone di andata del campionato di serie B, la Virtus Ragusa libera il passaggio all’omonima Virtus Padova nell’ultima partita in casa prima della pausa natalizia.

Ragusa guadagna il primo possesso, ma i primi tre punti sono firmati Ihedioha e da tre rimbalzi offensivi. La risposta ragusana non tarda a venire con un’ottima azione del trio Ianelli-Simon-Gaetano. Virtus Padova parte con la sesta, con un parziale di 5-0 e con una difesa soffocante riescono già da subito a dettare i ritmi del gioco, ritmi a cui Ragusa dovrà resistere per riuscire a recuperare 8 lunghezze. 

La formazione Padovana continua ad eccellere in difesa e concretizzare in attacco, guidata da Paolin che da subito dimostra una singolare intelligenza cestistica. Per coach Bocchino diventa obbligatorio il time out dopo un parziale che a 4 minuti dalla fine è tutto padovano, Ragusa indietreggia a 10 caselle da recuperare. I ragazzi di coach Bocchino sembrano cominciare a prendere consapevolezza in attacco, attacco che ha ancora una volta come protagonista Cassar che mette subito a referto 4 punti consecutivi e un rimbalzo offensivo. La Virtus Ragusa si trova in difficoltà nel tentativo di allegare punti al referto, e le percentuali e la difesa padovana lo rendono ancora più difficile, è Vincenzo Festinese a interrompere gli esiti avversari con un importante tiro da due punti, ma Paulin, che continua a dimostrare grande talento, replica con un’azione pirotecnica. Il tentativo di rimonta ha come iniziatore Matteo Zanetti, con un rimbalzo offensivo e due punti. Lo spartito sembra cambiare, la formazione iblea preme in difesa con 3 palle recuperate che si concretizzano con una tripla importantissima di ancora Festinese. Epifani riesce ad ottenere un viaggio sulla linea della carità dove con 1/2 concede comunque il rimbalzo a Gaetano che di nuovo subisce un fallo, e di nuovo realizza 1/2. Ragusa sta mostrando gli artigli in attacco, specie al rimbalzo, nonostante ciò patisce 11 punti da recuperare anche causati dal un esito non eccellente ai liberi. I primi 10 minuti dicono 15-26.

 

Il secondo quarto comincia con un buonissimo Festinese in difesa, che subisce un fallo in attacco. Dopo un canestro subito di Marangon risponde Gaetano con altri 2. La virtus continua a subire la difesa a uomo di Padova, ma risponde con altrettanto agonismo, grazie a 4 punti di Zanetti che costringono coach De Nicolao a richiamare i suoi in panchina. In una partita che Padova sta costruendo da una difesa esemplare, Ragusa cerca anche lei di esibirsi in difesa con una maggiore aggressività premiata con dei buoni recuperi tra cui uno che porta in schiacciata Cassar. Il pala Padua si entusiasma. Ragusa gonfia il petto e fa perdere lucidità agli avversari. Padova trova in questo quarto difficoltà specialmente dalla linea di carità. Un’eccellente movimento contro le montagne padovane di Epifani viene comunque annullato dagli arbitri che sentenziano un infrazione di passi , ma Andrea Epifani non si scoraggia continua a essere cospicuo nei recuperi palla che bloccano il contropiede padovano. Cassar si dimostra ancora una volta inespugnabile con un tiro da 3 punti in risposta alla difesa a zona degli ospiti, stessa zona tagliata come burro con un coltello caldo, da un Ianelli che in avvitamento guadagna un fallo e realizza 1/2. Ancora Ianelli, leader in difesa, intercetta un gran pallone, e con due stoppate da manuale getta le basi per un buon attacco che trova affidamento in Kurt Cassar, primatista da 12 punti, che affida alla retina il secondo tiro consecutivo dai 6 metri. L’aggressività difensiva messa in atto dai ragusani comunque fatica a concretizzarsi a causa di una difesa padovana che non lascia neanche un millimetro. Il secondo quarto premio ancora Padova, con il tabellone che dice 31-44

 

I ragazzi di coach Bocchino rientrano in campo dalla pausa lunga riposati, e guadagnano, ancora grazie a Cassar, i primi due punti del tempo, ma non tarda ad arrivare, con Ferrari, la risposta. Ragusa con un buon giro di palla riesce a bucare la zona 3-2 degli ospita, con altri due punti di Gaetano, e poi altri due, merito del duo Cassar-Gaetano, affidabile in attacco. In difesa invece ad eccellere è ancora Ianelli, che con una buona chiave di lettura riesce a subire un fallo di sfondamento, in aggiunta ai recuperi segnati a suo nome. Dall’altra panchina Paolin continua a realizzare, parziale di 4-0 per lui, interrotto da altri due punti di Gaetano. Paolin in attacco sembra inarrestabile, come Cassar che con ottime percentuali ai liberi, e con una consecutiva azione da 3 punti, continua ad annettere punti al tabellone, soprattutto accanto al suo nome che ne segna 19. Tre azioni imprecise in difesa costringono coach Bocchino a richiamare in panchina i suoi. Ragusa alterna fasi ottime in attacco a fasi più negligenti, ma continua a restare sulla partita, consapevole per il recupero di 16 punti serviranno 15 minuti di attenzione. Marangon con un alley-oop servitogli egregiamente da Cecchinato fa soffrire i tifosi ragusani e così anche i 5 di coach Bocchino che si deconcentrano in attacco. Festinese non dà il tempo ai suoi compagni di preoccuparsi con 2 punti importantissimi dalla media, seguito da Epifani, sulla cresta dell’onda, che aggiunge alla lista una palla recuperata un fallo antisportivo subito da Marangon. Ianelli riesce a sbloccare i suoi con un parziale di 5 a 0, ma subito dopo Padova castiga un ritardo difensivo con 3 punti firmati Lusvarghi. Gaetano ancora con una stoppata regala l’ultimo possesso a Ragusa che premia un Ianelli trionfante dai 6 metri nonostante la presenza difensiva. Il terzo quarto, con un andamento pendolare premia ancora i ragazzi di coach De Nicolao che conducono la partita con un punteggio di 56-69

 

Riprende il gioco con 2/2 ai liberi di Marangon, che viene subito dopo cacciato dal campo per un fallo tecnico e per quello antisportivo commesso nel quarto precedente. Ragusa ricomincia distratta e inizia a commettere dei falli di stanchezza che premiano ancora la formazione ospite, dopo 4 minuti il punteggio è 57-76. A cercare di aggiustare il punteggio è Simon che ai liberi ne segna 1/2. Entrambe le squadre faticano a trovare il canestro, Cassar continua a ridurre il distacco che dice -18 per i ragazzi di coach Bocchino, ragazzi che sembrano dare corda alla stanchezza, dopo una partita giocata che richiedeva un’altissima intensità. È Cassar con un gioco da 3 punti che si asciuga il sudore e continua a segnare, e allo stesso modo Paolin, insieme a Ferrari, papabile MVP dell’incontro con 19 punti. La stanchezza inizia ad essere sofferta da entrambe le squadre, il gioco si rallenta e a causa di ciò vengono commessi falli, che portano in bonus entrambi i quintetti, a 3 minuti dalla fine. Una grandissima Giocata di Paolin porta di nuovo Ragusa a -20. Padova presentissima al rimbalzo offensivo; Festinese non sembra aver voglia di abbassare la testa in vista del punteggio, che a 5 minuti dalla fine, sembra aver scritto le sorti della partita, lui infatti continua a penetrare, continua a subire fallo e continua a realizzare, 2/2 dalla lunetta. Padova sbaglia ancora, grazie anche ad un’ottima difesa di Tumino, e ci pensa Simon a mettere a referto altri 2 punti e poi ancora una tripla, ma non c’è niente da fare per i ragazzi di coach Bocchino. La partita termina 73-90, ennesima sconfitta in casa.

 

Coach Bocchino commenta a fine match: “La Virtus Padova ha vinto con netto merito. Noi abbiamo inizialmente provato a costruire i giochi come ci eravamo prefissati. Loro hanno giocato mettendo in campo molta energia, mentre noi siamo venuti un po’ meno a questo, abbiamo avuto delle difficoltà. L’importante ora è ricaricarsi e non risultare arrendevoli, soprattutto perchè conosciamo le nostre qualità e vanno tirate fuori. Senza atteggiamento questo diventa un problema serio”.

 

Presenti sugli spalti, quasi pieni, il settore giovanile e minibasket della Virtus Ragusa a sostenere la propria squadra. Alla fine dell’incontro, la Società ha voluto omaggiare tutto lo staff tecnico, dirigenti e atleti con una t-shirt commemorativa delle festività natalizie.

 

PARZIALI: 15-26; 16-18; 25-25; 17-21

VIRTUS RAGUSA: Cassar 25, Ianelli 9, Simon 4, Valenti 2, Gaetano 14, Epifani 2, Zanetti 7, Festinese 10, Tumino, Milosevic n.e., Mirabella n.e., Guccione n.e.

VIRTUS PADOVA: Ferrari 19, Schiavon 8, Ihedioha 7, De nicolao 10, Paolin 14, Lusvarghi 6, Cecchinato 10, Marangon 11, Osellieri 5, Ciadini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.