La capolista Casale battuta al PalaConad! Coach Ducarello: “Vittoria dedicata a Daniele Parente”

La gioia del capitano granata Andrea Renzi

Lighthouse Trapani VS Novipiù Casale Monferrato: 88-74
Parziali: (28-18; 40-24; 70-62; 88-74)

Lighthouse Trapani: Jefferson 6 (2/6 da 3), Bossi 8 (3/5; 0/1), Renzi 22 (9/17), Testa, Fontana n.e., Guaiana n.e., Ganeto 6 (1/2; 0/1), Mollura 15 (4/5; 2/4), Viglianisi 13 (1/3; 3/3), Perry 16 (1/1; 2/3), Simic 2.
Allenatore: Ugo Ducarello.
Assistenti: Daniele Parente, Gregor Fucka.

Novipiù Casale Monferrato: Denegri 3 (0/1; 1/2), Tomassini 17 (3/4; 3/5), Valentini 5 (1/1, 1/3), Blizzard 11 (1/6; 3/5), Martinoni 5 (2/6; 0/2), Severini 13 (4/7; 1/4), Cattapan, Bellan, Sanders 13 (4/6; 1/2), Marcius 7 (3/5).
Assistenti: Andrea Valentini, Andrea Fabrizi.

Arbitri: MORETTI MAURO di MARSCIANO (PG); CENTONZA MICHELE di GROTTAMMARE (AP); PATTI SIMONE di MONTESILVANO (PE).

Spettatori: 1500 circa

TRAPANI. La Lighthouse riesce nell’arduo compito di superare la capolista Casale Monferrato, battuta al PalaConad 88-74. Partita sempre condotta dai granata, capaci di una prestazione d’orgoglio che ha messo in difficoltà la prima della classe. Eppure Casale, nel terzo quarto, era anche riuscita a portarsi in vantaggio (49-50) ma la caparbietà dei ragazzi di Ducarello ha fatto sì che la partita ritornasse sui binari giusti. Tra i singoli, oltre alle ottime prestazioni di Renzi (22+6) e Perry (16+10), segnaliamo la grande prova di Mollura che ha realizzato15 punti, con due bombe nel momento più delicato del match.

1°Quarto: Coach Ducarello parte con Jefferson, Viglianisi, Ganeto, Perry e Renzi. Ramondino risponde con Tomassini, Sanders, Bellan, Martinoni e Marcius. Il primo canestro lo realizza Viglianisi dai 6.75 e poi, i 4 punti di Renzi ed il lay-up di Ganeto, valgono il 9-0 per Trapani. Jefferson si sblocca con la tripla del 12-0: time out Ramondino a 6’30’’ dalla fine. I primi punti per Casale li realizza Martinoni, si sblocca anche Tomassini ma risponde subito Renzi dalla media (14-4). Perry manda a bersaglio due liberi prima del long-two di Blizzard. La Lighthouse realizza ancora con Renzi dalla media e con il 2/2 dalla lunetta di Ganeto: 19-6 dopo 7’. Botta e risposta fra Cattapan e Renzi prima della tripla di Severini. Ancora Severini da sotto ma Viglianisi e Renzi dalla media siglano il 26-13 a 1’30’’ dalla fine. Segnano ancora Severini e Renzi prima della tripla sulla sirena di Tomassini: 28-18 al 10’.

2°Quarto: Al primo canestro di Mollura seguono i due liberi di Ganeto (32-18). Botta e risposta fra Bossi e Martinoni. Prima del time out di coach Ducarello realizza Mollura: 36-20 a 4’ dal termine. Sanders realizza 2 liberi e poi Viglianisi fa 1/2 dalla stessa distanza. Blizzard e Tomassini, con 2 bombe, riportano Casale sul -9 (37-28) con coach Ducarello che chiama sospensione quando manca 1’50’’. Trapani interrompe il break coi 2 liberi di Perry. Blizzard segna ancora dai 6.75 ma Viglianisi trasforma un tiro dalla lunetta (40-31). Prima della sirena c’è tempo per il 2+1 di Martinoni: 40-34 al 20’.

3°Quarto: Realizza Renzi dal post basso ma poi Casale, con la tripla di Tomassini ed il canestro di Marcius, si porta sul -3: 42-39 a 8’ dalla fine. Renzi interrompe il mini break con 2 liberi ma Marcius risponde con una schiacciata. Jefferson segna dai 6.75 ma Sanders manda a bersaglio il long two e poi Tomassini la tripla del -1: 47-46 e time out Ducarello a 7’ dal termine. Segana ancora renzi ma Casale si porta per la prima volta in vantaggio con Tomassini e Sanders (49-50). La tripla di Viglianisi vale il 52-50. Trapani realizza altre due bombe con Perry e Viglinisi ma Denegri, sempre da 3 interrompe il break: 58-53 a 4’ dal termine. Botta e risposta fra Perry e Sanders prima del 2/2 dalla lunetta di Renzi (62-55). Mollura segna da sotto ma risponde Sanders in acrobazia. Bossi fa 2/2 ai liberi mentre Marcius 1/2: 66-58. Nell’ultimo minuto realizzano Perry e Simic per Trapani e Severini e Denegri per Casale: 70-62 al 30’.

4°Quarto: il primo canestro è di Bossi a cui segue il libero di Mollura, in virtù di un fallo antisportivo (73-62). Mollura segna la tripla del 76-62. Fallo antisportivo su Perry che prima manda a bersaglio 2 liberi e poi serve l’assist per la bomba di Mollura che costringe Ramondino al time out: 81-62 a 8’ dal termine. Bossi conclude in acrobazia per il +21, massimo vantaggio Trapani (83-62). Tomassini dalla lunetta interrompe il break prima della tripla di Blizzard (83-67). Botta e risposta da 3 fra Perry e Sanders (86-70). Severini segna da sotto: time out Ramondino quando mancano 2’30’’. Renzi appoggia il tap-in prima della tripla di Tomassini. Finisce 88-74.

Ugo Ducarello (Coach Lighthouse Trapani): “Questa vittoria la dedichiamo a Daniele Parente che con la sua famiglia sta attraversando un momento difficile. La squadra ha giocato una grande partita mettendo in campo il piano partita che volevamo. Non ci siamo mai disuniti nemmeno quando sono andati in vantaggio e, con la difesa ed il contropiede, li abbiamo messi in difficoltà. Oggi avevo bisogno di una reazione ed ho voluto che la squadra difendesse a tutto campo e questa scelta alla fine ha pagato. Conquistare 2 punti contro la capolista avrà un impatto psicologico positivo per la squadra ma deve essere un punto di ri-partenza”.

Marco Ramondino (coach Novipiù Casale Monferrato): “Complimenti a Trapani che con disciplina e determinazione ha ottenuto una vittoria meritata. Analizzando la nostra prestazione, abbiamo avuto un impatto disastroso nel primo periodo facendo esattamente l’opposto di quello che avevamo programmato in settimana. Oggi abbiamo il roster al completo e, con le rotazioni a 10, c’è la necessità che i giocatori entrino immediatamente in ritmo, altrimenti è un arma che ti si ritorce contro. Dopo il primo quarto abbiamo giocato molto meglio riuscendo anche a gestire i falli. Quando siamo andati avanti di 1, Trapani ha subito fatto un contro break e, col senno di poi, avrei potuto chiamare una sospensione. Abbiamo subito troppo in difesa poiché, per difendere, aspettavamo di far canestro che è esattamente l’opposto di quello che facciamo di solito”.