La dirigenza dell’Alma Patti commenta l’ottimo quinto posto al primo anno di A2, il presidente Scarcella: “Entusiasta dei risultati”

Primo anno in Serie A2 (da ultima ripescata) e primo play-off per l’Alma Patti Basket. La bontà del progetto allestito dalla dirigenza del presidente Attilio Scarcella e lo staff allenatori che ha in testa coach Mara Buzzanca ha dato i suoi frutti e l’annata 2020-2021 si è rivelata un crescendo di emozioni e di pallacanestro apprezzabile anche all’occhio del più semplice appassionato.

Dopo la vittoria a Cagliari, che ha suggellato il quinto posto in classifica grazie ai risultati ribaltati con le dirette avversarie Nico Basket e Salargius, Patti si è concessa qualche giorno di riposo prima di riprendere ufficialmente gli allenamenti in vista di Gara 1.

Il match contro Pallacanestro Femminile Umbertide si giocherà in casa alle ore 19 di mercoledì 12 maggio. L’inedita formula play-off di quest’anno prevede tre gare con serie fuori-casa-casa a favore della squadra meglio posizionata in classifica. Umbertide è la quarta forza del campionato, tra le sue fila gioca – come noto – la pattese Beatrice Stroscio; unito agli aneddoti che hanno caratterizzato gli scontri diretti in campionato c’è da star certi della qualità e agonismo caratterizzeranno la serie.

Sul risultato raggiunto questa stagione hanno dato commento il presidente Attilio Scarcella e la team manager Mariana Kramer.

Sono davvero contento ed entusiasta dei risultati della mia squadra al primo anno di questo splendido campionato – spiega l’appassionato presidente pattese -, non ho dubbi sul fatto che questo quinto posto sia un punto di partenza sul quale poter lavorare per raggiungere il miglior obiettivo possibile. La battaglia non è ancora finita, dovremo metterci in gioco davanti le prime della Serie A2 e dimostrare che l’Alma non è solo una squadra composta da giocatrice, allenatore e una buona società, ma che ha nelle sue corde il gioco e sappia confermare la sua professionalità anche nella post season. Un passo alla volta, un canestro alla volta, una partita alla volta: forza Alma!“.

L’addio al basket è stato uno spartiacque che ha definitivamente coinvolto Mariana Kramer in un ruolo dirigenziale nella società pattese. Kramer, capitana e co-fondatrice, svolgeva già un ruolo extra campo e indossava contemporaneamente con orgoglio la casacca bianco-rossazzurra.

Quello finale è un quinto posto meritatissimo non solo per il duro lavoro svolto in palestra, ma anche per la qualità del nostro roster. Siamo più che soddisfatti di questo piazzamento, il quinto posto è storico. Difficoltà logistiche e la presenza di tre giovanissime cresciute nel nostro vivaio non ci hanno fermato e su Coppolino, Scimmetta e Merrina posso solo evidenziare le bravura con cui sono riuscite a diventare anche loro protagoniste durante la stagione. Ringrazio molto i nostri partner – ha dichiarato la team manager Alma Patti – per la collaborazione attiva e certamente i nostri tifosi che ci accompagnano ad ogni partita da dietro cellulari, computer e tablet! Ci auguriamo che almeno i play-off si possano giocare in loro presenza