Mai così in alto! Due formazioni siciliane giocheranno quest’anno in Europa

La Basketball Champions League

Forse la storia della pallacanestro siciliana non aveva mai toccato vertici così alti.

Da questi minuti, attimi in cui la Basketball Champions League ha pubblicato i boards con i nomi delle formazioni partecipanti ai preliminari di agosto e la regular season, è diventato ufficiale che: per la stagione 2017/2018 due formazioni siciliane, la Betaland Capo d’Orlando e la Passalacqua Spedizioni Ragusa, prenderanno parte ad una competizione europea.

Non era mai accaduto.

L’Eurocup Women, campionato a cui la Passalacqua Ragusa parteciperà ufficialmente, ha diffuso ieri tutti i dettagli sulla prossima edizione; la Betaland ha invece atteso la deadline del 28 giugno (e con trepidazione) dopo aver colto la palla al balzo una volta diventata realtà la rinuncia della The Flexx Pistoia.

I siciliani del presidente Enzo Sindoni e del ds Giuseppe Sindoni sono stati inseriti nel terzo girone della Qualification round. Per la cronaca è invece già certa della partecipazione alla Champions l’italianissima Dinamo Sassari.

La gioia per questo storico risultato è seconda solo all’orgoglio di‎ rappresentare la Sicilia in Europa per la prima volta nella storia della pallacanestro maschile – ha dichiarato oggi proprio il ds Sindoni – Da anni sottolineiamo di essere il paese più piccolo a giocare nella massima serie nazionale nell’intero continente, ma dimostreremo anche sul campo di potere essere all’altezza dell’Europa. Non chiediamo ad Istituzioni, attività produttive e tifosi siciliani di essere semplici sostenitori, ma di sentirsi parte di questa straordinaria avventura della quale ad essere protagonista è l’intera Sicilia”.

E’ da evidenziare. Partecipando almeno alla prima fase della Basketball Champions League, l’Orlandina ha tagliato il suo personalissimo traguardo storico di essere la prima formazione siciliana maschile a scommettersi in Europa.

Il discorso è leggermente diverso per la Passalacqua Ragusa, “matura” in Europa e per il secondo anno ai nastri di partenza della Eurocup Women.

La cosa che fa più piacere è che la Passalacqua Ragusa sta riuscendo a dare continuità al progetto avviato lo scorso anno – ha dichiarato il digerente ibleo Gianni Criscione -. Sarebbe stato un peccato aver partecipato alla scorsa edizione e non a questa. La società ha avviato un cammino di crescita ed è cresciuta partecipando ad una competizione, ad un torneo che ha dei regolamenti diversi, nuovi, che abbiamo dovuto imparare e richiedono il massimo della perfezione. In particolare noi della dirigenza abbiamo dovuto studiare tantissimo, imparare ad essere impeccabili dall’accoglienza fino al termine della gara. Per raccontare un piccolo aneddoto – continua Criscione – ci ha fatto molto piacere far conoscere le bellezze di Ragusa ad arbitri e commissari e di aver ricevuto la promessa, da alcuni di loro, di tornare durante le vacanza! Di certo, siamo consapevoli che partecipare all’Eurocup richieda uno sforzo di energia importanti, ma Ragusa vuole esserci per pareggiare se non migliorare il risultato dello scorso anno. Le formazioni turche rimangono le favorite – ha analizzato Gianni Criscione – ma noi punteremo ugualmente a quest’obiettivo. Gran parte del nostro roster ha già giocato l’Eurocup lo scorso anno e lo farà anche per la prossima stagione e sui nuovi innesti: Kuster conosce già la competizione, mentre chi tra le nuove vestirà la nostra maglia, considerando le giuste scaramanzie crediamo sia decisamente all’altezza. Per Capo d’Orlando? – ha concluso il giovane dirigente – Ovviamente mi fa molto piacere! In particolare per il mio amico Mauro Saja“.