PROMOZIONE. Panormus batte Bagheria e si avvicina alla Serie D

Doveva essere un match equilibrato, intenso, un vero derby, e così è stato tra Panormus e Pall. Bagheria. Al PalaBitta non sono mancate le emozioni di un finale in volata, che ha premiato la maggior qualità e quell’immancabile dose di fortuna che, alla fine, una delle due squadre ha sempre in una partita del genere: Panormus Basket batte a domicilio Bagheria 64-67, vincendo il girone F e portandosi di fatto ad un passo dalla promozione in Serie D.
Tanti giovani da una parte e dall’altra, con capitan Dragna tra le fila Panormus costretto a guardare il match dalla panchina per una forte contusione ad un dito nell’ultimo allenamento. Inizia molto bene Bagheria che, grazie ad una maggiore intensità in avvio, si porta sul 7-0 con Ducato, Amato, Mineo e il libero di Cicala. La risposta arriva con la tripla di Audino e i primi punti nel match di Mazzarella e Flavio Paternò, prima delle altre due bombe ad opera di Giulio Paternò e Pecoraro. Bagheria perde fiducia dopo alcuni tiri sbagliati e il primo quarto si chiude con Panormus in vantaggio 18-15.
I padroni di casa provano ad accelerare i tempi con possessi brevi, ma la palla non entra. Panormus riempie gli spazi limitati del PalaBitta con una zona che costringe Bagheria al tiro dalla distanza. Dall’altro lato, i biancorossi trovano spazi attaccando le linee di fondo e in penetrazione. Mazzarella con nove punti personali affonda il coltello sulla piaga di Bagheri, chiudendo il secondo parziale 19-9 in favore dei palermitani, avanti al 20’ 24-37.
La reazione della squadra di coach Licari arriva nel terzo, propiziata dalle due triple consecutive di Amato e dalla leadership di Mineo che con 10 punti nel quarto prova a mettersi sulle spalle i suoi. Panormus può ancora contare sulla mano calda di Audino e Mazzarella, Giulio Paternò e Geraci, ma sono ben 8 punti consecutivi di Mario Trapani a limitare il rientro di Bagheria che al 30’ si trova sotto 48-56.
Aiello infuoca l’animo dei bagheresi con un jumper che apre l’ultimo periodo, mentre in attacco Panormus fatica a trovare soluzioni vincenti. Il gioco viene parecchio frazionato da falli e ben presto il match si sposta sulla lunetta. È un gioco da tre punti di Audino, propiziato da Flavio Paternò, a interrompere l’emorragia per Panormus a 7’ dalla fine. Colamonici appoggia in bello stile il canestro del -3 Bagheria, Ducato risponde al libero di Giulio Paternò dalla media e il finale vede le due squadre divise da appena due punti. Audino e il rientrante Mazzarella ricacciano indietro Bagheria, con Amato che piazza la bomba e i liberi di Ducato per il -1. Sul match, nell’ultimo minuto, si avventa Mario Trapani che prima con un’invenzione in girata e poi con la rubata decisiva stende Bagheria, sconfitta alla fine con il punteggio di 64-67.
Una vittoria bella e sudata, contro un avversario che ha messo tutto in campo per tenere aperto il discorso primo posto. La stagione regolare di Panormus Basket si chiude con il primato solitario a quota 10 punti, frutto di cinque vittorie e dell’unica sconfitta all’esordio a Ribera. Ora testa alle due partite rimanenti della Fase ad Orologio contro Erice e, verosimilmente, proprio Basket Ribera.
PALL. BAGHERIA-PANORMUS CFG 64-67
Parziali: 15-18, 24-37 (9-19), 48-56 (24-19), 64-67 (16-11)
Bagheria: Visconti 3, Mineo 22, Lupo, Ferrante, Colamonici 5, Cirello, Fichera 2, Mezzatesta, Cicala 7, Aiello 6, Ducato 8, Amato 11. All. Licari
Panormus: Billitteri ne, Mazzarella 17, Trapani 11, Pecoraro 5, Audino 15, F. Paternò 7, Mirasola, Dragna ne, Vaccaro, Geraci 4, Castiglia ne, G. Paternò 8. All. Prestigiacomo