SERIE B. È festa al PalaZama! Virtus Kleb batte Robur Varese e mantiene la categoria

La Virtus Kleb Ragusa voleva la vittoria e l’ha conquistata sul campo con la grinta e con il cuore. Al Pala Padua si è vista una squadra che con determinazione ha raggiunto l’obiettivo prefissato e cioè la permanenza in serie B. Il Varese ha provato a mettere in difficoltà i ragazzi di coach Bocchino ma nulla è servito per distoglierli dalla vittoria. E così anche il prossimo anno la Virtus disputerà il campionato di serie B.

Sorrentino apre il match bucando la retina dalla lunga distanza, seguito a ruota da Allegretti che, ai liberi, muove lo score ospite. Sempre il numero 7, vero punto di riferimento della Robur et Fides, porta avanti i suoi. Corno contribuisce alla causa lombarda, replicando a Simon per il +5 esterno. La tripla di Mastroianni riduce il gap ma viene immediatamente cancellata dalle due azioni di Allegretti, già a 9 personali. La squadra di casa reagisce con Ianelli e Simon che portano la Virtus Kleb a -1 costringendo coach Bardelli al timeout. Maruca prova a ricacciare indietro i ragazzi di Bocchino tuttavia l’inerzia non cambia. Sorrentino accorcia ulteriormente e Salafia, capitalizzando il rimbalzo offensivo, mette il 17-17. Nel finale della prima frazione Mastroianni, Iurato e Canzonieri aumentano il break biancoblu (11-0) per il 24-17 ai 10’.

Sorrentino e compagni stringono ulteriormente le maglie difensive ed allungano con Idrissou che in reverse sigla il 26-17. Gergati dalla media interrompe il monologo ibleo ed innesca un testa a testa ancora con Idrissou, ben entrato dalla panca. Ragusa aumenta il vantaggio, approfittando anche dei numerosi giri dalla lunetta. Alla pausa lunga il tabellone del PalaZama dice 47-35.

 

In avvio di terza frazione la Virtus Kleb subisce il tentativo di rientro, pagando anche in termini di falli spesi. Antonelli approfitta del momento di blackout siciliano e riduce ad una sola cifra lo svantaggio. Sorrentino e Iurato infilano le triple per il nuovo +12, ma ancora Corno e Antonelli ribadiscono dalla media, lasciando in scia gli ospiti. 

Il contropiede di Trentini apre l’ultimo tempino e porta il team lombardo sotto di 6 lunghezze. Nell’azione successiva Ianelli fa uno su due ai liberi (67-60 il punteggio). Nel momento di maggiore spinta, Varese deve fare a meno di Allegretti (19 punti) fuori per infortunio. Ne approfittano i siciliani che infilano la pesante striscia di 9-0 firmata Iurato, Mastroianni, Idrissou. Antonelli e Gergati provano ad innescare una nuova scintilla tra gli ospiti, immediatamente gelata dalla tripla di Iurato, protagonista assoluto nel finale. Il ragusano maglia numero 12 imbecca Idrissou per l’81-65 che di fatto indirizza il match. Nel finale c’è ancora spazio per Mastroianni e Sorrentino, migliori realizzatori tra le fila della squadra di casa (rispettivamente 20 e 19 punti) che con la vittoria si assicura la permanenza in serie B

«Volevamo la vittoria – le prime parole di coach Bocchino a fine match – e l’abbiamo conquistata. Sono contentissimo della prestazione dei miei giocatori e del loro atteggiamento in campo. Questa vittoria ripaga un anno di lavoro e di sacrifici che però oggi hanno dato i loro frutti. Non rinnego nulla di quanto fatto quest’anno nel bene e nel male e volgo lo sguardo già in avanti. Questa realtà merita di stare su palcoscenici più importanti e l’ha dimostrato giocandosela sempre sul campo»