Sebbene la partita si apra con un primo parziale di 4-0 per i Lumezzane, la partita è riaperta, come già accaduto, da Kurt Cassar per la Virtus Kleb. I Primi 2 punti sono infatti tutti suoi, seguiti da un rimbalzo difensivo e ancora un tiro da 3. Parziale di 7-0 firmato Cassar e Gaetano, con eccellente difesa da parte degli iblei che costringono i ragazzi di coach Saputo a tentare tiri dalla lunga distanza. Zanetti, con mano precisissima annette ancora 3 punti, in un parziale tutto ragusano di 0-10. La Virtus assolutamente militante in entrambe le metà campo, specialmente in attacco dove un performante Matteo Zanetti segna undicesimo e dodicesimo punto dalla linea di carità. Zanetti non trova ostacoli e se li trova li supera, arrivando a segnare liberissimo una bomba che porta la formazione ospite a 15 punti. I ragazzi di coach Bocchino in difesa sono una testuggine, e al rimbalzo anche i “piccoli” si affermano. Due bombe di fila dei locali, ancorati alla partita grazie al tandem Scanzi-Dilas, riportano il punteggio a 12-15, punteggio che chiude i primi 10 minuti di gioco.

Ottima presenza al rimbalzo di Ianelli non consente comunque di impedire un primo parziale di 4-0 per i locali che tornano in vantaggio. Sebbene Cassar tenti di tirare più forte la fune, Dilas lo aspetta dietro l’angolo con un botta e risposta da cui comunque Cassar ne esce vincitore, prima con 3 punti che hanno la sua firma e poi altri 3 serviti da lui su un piatto d’argento, in dietroschiena, per Simon. Cassar indescrivibile in attacco con la seconda bomba di fila, e altri 2 di Zanetti che portano la squadra ospite ad un vantaggio di 7 . Coach Saputo costretto al time-out dopo un altro parziale che vede primeggiare i ragazzi di coach Bocchino, grazie ad un fenomenale Kurt Cassar. Ragusa ancora aggressiva in attacco con altri 2 punti di Simon, ma Scanzi carica il palazzetto con un buon tiro che aggiunge 2 punti alla squadra di casa. Il pareggio viene ratificato da Dilas mentre il sorpasso porta la firma di un paziente Daniele Ciaramella. Coach Bocchino con due time out di fila non riesce a far avvicinare i suoi al punteggio dei padroni di casa. Ragusa termina il primo tempo presentando negli ultimi 3 minuti parecchie difficoltà a trovare la via per il canestro, il tabellone segna 34-30, entrambe le squadre raggiungono gli spogliatoi.

Al rientro dallo spogliatoio, ad aprire il sipario ci pensa Epifani, seguito a manetta da Ciaramella. Il tempo ricomincia con grande intensità difensiva da parte di entrambe le squadre, che vede quindi una consequente carestia di canestri. Il fisico, però, decide di premiare Cassar che con altri due punti e un recupero porta la Vitus a -2. Un Matteo Zanetti vincente al rimbalzo offensivo non riesce a far concretizzare punti ai suoi , che allungano la distanza dopo altri 2 punti di Scanzi. Ragusa fatica in attacco a penetrare la difesa avversaria, e non trova sussidio dalla linea dei 6 metri. Ancora Scanzi serve altri 2 punti a Dilas, i padroni di casa riescono a far fruttare lo stato di trans dei ragazzi di coach Bocchino che sembrano confessare segni di distrazione in attacco e difesa. Ci pensa la mano fatata di Cassar a riportare i suoi a -4 dopo 2/2 dalla linea di carità. La squadra locale trova man forte in Scanzi che ne mette altri 2, pedinato da altri 3 punti di Dilas, serviti sta volta da Perez. Ragusa è in difficoltà, Festinese servito da Ianelli tenta di smuovere i suoi, ma sullo scadere ancora Scanzi porta Lumezzane al +11. Il tabellone sentenzia 49-38 e ancora 10 minuti da giocare.

Si riapre l’ultimo quarto con 2 punti di Festinese, grazie ad un gran recupero di Ianelli; Ragusa prova di tutto per recuperare le ormai 9 distanze, ma la squadra locale non da segni di stanchezza. Dopo 3 rimbalzi offensivi subiti, i ragusani non riescono ad impedire altri 2 punti di Dilas. Ragusa fatica a trovare la via del canestro, ma ancora Festinese tenta di lasciare delle briciole di pane sul parquet con altri 2 punti. Nonostante una delle ormai riconoscibili stoppate di Simon, Fossati non dà modo ai ragazzi di coach Bocchino di rilassarsi, consolidando il vantaggio della formazione locale che si allontana di altre 2 caselle. Time out per coach Bocchino. Al rientro dal minuto i ragusani riescono a trovare 2 punti ma non la continuità in attacco dove invece continuano a primeggiare i locali che tengono ormai la Virtus a distanza di sicurezza. A 40 secondi dalla fine dell’incontro, ci troviamo sotto di 16 lunghezze, Gaetano riesce a concludere allo scadere un’azione da 3 punti e la partita termina 68-55.

Coach Bocchino commenta a fine partita: “Partita equilibrata. La forbice si è aperta nel terzo periodo, dove le scarse percentuali al tiro non ci hanno permesso di seguire la scia di Lumezzane. La sosta arriva senz’altro al momento giusto per consentire a chi da oltre un mese e mezzo sta tirando la carretta, di rifiatare. Dal 27 inizia un nuovo campionato. Buon Natale a tutti”.

PARZIALI: 12-15; 22-15; 15-8; 19-17

LUMEZZANE: Scanzi 12, Mastrangelo 6, Maresca 2, Ciaramella 13, Fossati 6, Perez 7, Dilas 19, Dalcò 3, Salvinelli, Becchetti, Djiya, Tilliander

VIRTUS RAGUSA: Cassar 19, Simon 5, Gaetano 11, Epifani 2, Zanetti 11, Festinese 7, Valenti, Ianelli, Milojevic n.e., Chessari n.e.

Credit ph: Press Play Creative Lab

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.