SERIE D. Castanea Basket, contro il Basket School Gela esordirà in trasferta il tedesco David Tcham

David Tcham

Si è conclusa una settimana canonica di allenamenti per il Castanea Basket 2010 che, dopo aver osservato il turno di riposo imposto dal calendario del torneo di serie D, è già proiettato al prossimo impegno esterno al PalaCossiga in casa del Basket School Gela. Sarà quello

Castanea Basket
Il Castanea Basket

l’ultimo impegno del 2017, un anno contraddistinto dalla Promozione e dalla crescita generale della società gialloviola. In queste settimane si è fatto notare nel gruppo guidato da coach Filippo Frisenda il nuovo acquisto, il play guardia, classe 1998 David Dauda Tcham che ha esordito nell’ultima sfida contro Aci Bonaccorsi.

Il giovane esterno che ha collezionato 8 punti ed alcune buone letture del gioco del team peloritano si presenta così ai suoi nuovi tifosi: “Ho precedentemente giocato in Svezia e Germania. In Svezia ho disputato la Seconda Divisione, nella squadra denominata Acropol. In Germania ho giocato nella Lega Regionale e nella Bundesliga Junior, adesso sono pronto all’esperienza italiana in un contesto nuovo per me”.

Prosegue il suo inserimento, Tcham rappresenta una pedina ulteriore in vista dei prossimi impegni e del girone di ritorno e testimonia un ulteriore sforzo compiuto dalla società peloritana. La prossima sfida sul campo di Gela si preannuncia difficile, i nisseni sono la seconda forza del campionato ed in casa vantano un potenziale da prima fascia. I fratelli Caiola, viaggiano a circa 20 punti di media, rappresentano le principali bocche da fuoco della squadra di coach Bernardo.

In vista di questa sfida così difficile lo staff tecnico del Castanea, che in settimana si è stretto attorno al play Calarese ed al tecnico Frisenda a seguito di due lutti, ha analizzato le peculiarità col vice allenatore Giusy Ardizzone: “Il Castanea ha acquisito una propria consapevolezza nei propri mezzi nelle gare casalinghe, in trasferta invece ci manca la continuità nei quaranta minuti. A Gela vorremmo chiudere l’anno nel migliore dei modi ma sappiamo che dovremo evitare al minimo gli errori. I ragazzi ormai sono sempre più coesi e sanno che solo aiutandosi e collaborando possono ottenere le giuste soddisfazioni. La società è sempre vicina alla squadra ed ha operato un nuovo innesto per migliorare l’organico. Dovremo essere pronti a dare il massimo in questa seconda fase di stagione per risalire la classifica. Tra i più giovani sottolineo l’avvio del campionato under 13, la nostra selezione non ha obiettivi particolari se non quello di divertirsi ed appassionarsi a questo sport”.

Gli fa eco il dirigente Alessandro Saccà: “A Ritiro la squadra gioca ormai con la giusta convinzione che manca invece nelle partite esterne. Stiamo lavorando per sistemare alcune pause nel gioco che ci limitano sui parquet avversari e speriamo che a Gela possiamo disputare una bella gara. Tcham può allungare le rotazioni e rappresenta una nuova opzione al nostro gioco. Poi aspetteremo con impazienza il primo impegno del 2018, quello del 7 gennaio per il derby con l’Amatori Messina, per quella sfida siamo sicuri che il palazzetto sarà pieno di tifosi e si vivrà una festa di sport. Inoltre nella nostra squadra militano tanti ex nero arancio, questo renderà la gara ancora più avvincente. Sottolineo inoltre l’avvio del progetto Baskin, i ragazzi della prima squadra stanno crescendo a livello umano dal confronto negli allenamenti con i loro compagni-pazienti che si stanno sempre più integrando al fianco di giocatori di serie D. Gli allenamenti proseguiranno per tutto il mese, poi verranno stilati i primi impegni agonistici”.