B FEMM. Alma Patti sconfitta a Viterbo, coach Buzzanca: “Hanno due giocatrici di categoria, ma crediamo nella rimonta”

Alma Patti sconfitta a Viterbo dalla Defensor 78-64.

Coach Mara Buzzanca non ha nascosto le difficoltà trovate nel Lazio, sfidando una formazione che in regia e sotto canestro sembra avere quasi le carte in regola per il salto di categoria.

La partita è stata tirata, non punto a punto ma sempre con uno scarto ridotto – analizza l’allenatrice siciliana -. Siamo state in partita almeno per due quarti e mezzo, poi nel quarto quarto abbiamo un po mollato e loro hanno preso il largo. A 5 minuti dalla fine del quarto quarto abbiamo aumentato un po la pressione difensiva recuperando un gap di 21 punti. Viterbo con una giocatrice in più può fare tranquillamente l’A2, perché ha già sotto canestro Ines Ajanovič, che è atleta di Serie A1. Noi purtroppo siamo più piccole di loro. Grazie inoltre a un play di 1.75, Spirito, contro Viterbo abbiamo avuto difficoltà sulle linee di passaggio e a vedere determinate situazioni. Chiaramente non abbiamo saputo interpretare bene una partita che doveva essere messa sul piano fisico e atletico. Dovevamo correre, cosa che le nostre piccole purtroppo non hanno fatto. Paghiamo tantissimo il fatto che nel Lazio si giochino più partite intense, noi siamo arrivate a questa partita venendo da situazioni che non si possono paragonare. Viterbo è obiettivamente è una squadra forte, paradossalmente la seconda classificata del nostro girone ha più possibilità di passare il girone.
Ritorneremo a Patti il 12 di maggio e cercheremo di fare il possibile per poter ribaltare il risultato. A basket la palla è tonda, basta niente per poter rimettere tutto in discussione. Aspetteremo con ansia la seconda gara“.