La Betaland Capo D’Orlando crolla dopo tre quarti contro la Sidigas Avellino, finisce 55-73

Laquintana in lunetta, Betaland Capo D'Orlando - Avellino
Laquintana in lunetta, Betaland Capo D'Orlando - Avellino

Non riesce a spezzare la crisi nera la Betaland Capo D’Orlando che sul proprio parquet viene superata per 55-73 da Avellino crollando dopo tre parziali equilibrati. Capo D’Orlando parte benino grazie a un Perl molto ispirato (8 punti nel primo parziale per l’ungherese), ma Avellino è sempre incollata nel punteggio (20-16 il massimo vantaggio) e spesso mette la testa avanti grazie all’ex Milano Ragland, si va a riposo sul 32 pari.

Non si spezza l’equilibrio nel terzo parziale dove si continua a segnare col contagocce, nessun uomo in doppia cifra per i paladini, mentre per Avellino si mette in mostra il bomber Nunnally con sei punti consecutive, penultima sirena che risuona sul 46-47. Troppe palle perse per Capo D’Orlando che ha un vero e proprio blackout all’inizio del quarto periodo, Avellino allunga sul +12 (61-49) con Nunnally e Ragland al 35′. Griccioli chiama sospensione, ma Ragland è spietato e col 49-64 indirizza decisamente il match verso gli ospiti. Laquintana interrompe un parziale di 12-0, ma non c’è più tempo e il match termina 55-73 . Sesta sconfitta consecutiva per i paladini e ottava nelle ultime nove, mai successo sotto la presidenza Sindoni; in caso di successo di Torino contro Bologna nel posticipo la formazione paladina verrebbe agganciata all’ultimo posto dai piemontesi.

Tabellino:

Betaland Capo D’Orlando – Sidigas Avellino 55-73

Betaland Capo D’Orlando: Galipò n.e., Stojanovic 7, Ihring n.e., Basile 3, Ilievski 2, Laquintana 6, Perl 8, Jasaitis 2, Munastra n.e., Bowers 11, Metreveli 2, Oriakhi 14.
All: Griccioli

Sidigas Avellino: Norcino n.e., Ragland 17, Green 2, Veikalas 6, Acker 4, Leunen, Cervi 12, Severini, Nunnally 22, Pini, Buva 10, Parlato n.e.
All: Sacripanti

Parziali: 16-12, 16-20, 14-15, 9-26