C SILVER. Or.Sa Barcellona torna a vincere e punta ad un buon piazzamento play-off. Novità sull’assetto societario

Noi Ci siamo…ma Bisogna crederci insieme!
Dopo la gara di sabato, conclusasi con la vittoria a Torrenova, squadra e società dell’Or.Sa Barcellona hanno preso coscienza di avere le carte in regola per giocarsi al meglio questa fase finale di stagione.
Otto gare (Alcamo, Giarre, Cus Catania, San Filippo, Acireale in casa e Messina, Orlandina, Gavina fuori) sono da affrontare come otto finali per raggiungere l’obiettivo del secondo posto ed ottenere nella griglia play-off il vantaggio del fattore campo nei quarti di finale e in semifinale.
La squadra, con l’innesto di Mancasola e Robertin, ha finalmente trovato quell’equilibrio che purtroppo nei mesi passati tra i “capricci” dei senior non avevano creato.
Le partite perse negli ultimi secondi nel girone di andata, in trasferta contro Adrano e San Filippo e in casa contro Torrenova, si augura la società restino soltanto un cattivo ricordo. Proprio sabato se ne avuta la conferma, quando nei minuti decisivi i più giovani del gruppo – al cospetto di una squadra nettamente più esperta – hanno gestito al meglio il risultato.
Adesso toccherà a coach Manzo e al suo staff continuare l’inserimento dei nuovi in vista del rush finale.
Ma le novità più importanti riguardano gli aspetti societari. Nei prossimi giorni infatti il Presidente Floramo convocherà l’assemblea dei soci, che avrà come primo punto all’ordine del giorno l’inizio della procedura di trasformazione da associazione sportiva dilettantistica in società sportiva dilettantistica. La trasformazione avverrà attraverso il coinvolgimento di tutta la città, sarà avviata una campagna di “azionariato popolare” atto a costituire il capitale sociale di questo nuovo soggetto giuridico.
L’Or.Sa Barcellona crede che non si possa pensare di programmare un futuro “importante” senza il coinvolgimento di tutti, dall’operaio al fruttivendolo, dall’avvocato al commercialista, passando per lo studente universitario. Serve l’aiuto di tutti, piccole quote ma tanta passione, la passione per la palla a spicchi.
Un progetto che parta dal basso, un progetto che investa sui giovani e coinvolga le famiglie della nostra città.
“Noi Ci Siamo ma Bisogna crederci insieme”. Questo è il nostro nuovo slogan.