C SILVER. Torrenova archivia la sconfitta di Gravina, coach Domenico Bacilleri: “Riprendiamo la marcia contro il CUS Catania, confidando nel nostro pubblico”

Coach Domenico Bacilleri

È tempo di tornare in campo per la Confezioni Corpina Torrenova. Dopo la sconfitta a Gravina di Catania, le Aquile hanno subito l’occasione di tornare alla vittoria nel recupero infrasettimanale della 2° Giornata contro il CUS Catania, formazione in testa alla classifica del campionato ed ancora imbattuta.

Si torna a giocare in casa per la prima dalla vittoria del campionato di Serie D. Non c’è dunque protagonista migliore di coach Bacilleri per presentare la prima sfida casalinga in Serie C Silver: “Domenica sicuramente non abbiamo fatto vedere il massimo che può fare questa squadra. Abbiamo giocato in un campo molto complicato e credo che tutte le squadre che ci andranno faticheranno. Adesso però dobbiamo pensare al CUS Catania, squadra imbattuta in questo campionato. Hanno vinto contro una squadra fortissima come Alcamo e si sono riconfermati dopo 15 giorni sul campo del Minibasket Milazzo. Andiamo ad affrontare la prima in classifica, una squadra che non conosce ancora la parola “sconfitta” e che verrà Torrenova con la precisa convinzione di non regalarci nulla. Sarà una partita difficile, noi però abbiamo il nostro pubblico e confidiamo nei nostri giocatori e in tutti i nostri tifosi”.

Un buon inizio di campionato per la Confezioni Corpina Torrenova, che ha l’occasione – in caso di vittoria – di potersi riportare nelle prime posizioni della classifica. Il ko di Gravina sembra dunque un piccolo scivolone messo in preventivo da una società giovane che si affaccia per la prima volta alla Serie C Silver: “Volevamo fare la partita, avevamo un “game plan” differente. Probabilmente l’entrata in campo però è stata un’entrata molle, la poca intensità che abbiamo messo soprattutto nei primi 10’ ha segnato l’andamento di quello che è stato tutto il match. Abbiamo cercato di recuperare gli strappi, ci siamo riusciti tante volte, ma non abbiamo saputo dare quel plus che poteva darci la vittoria nonostante la prestazione opaca. Siamo subito tornati in palestra con la convinzione che si può fare molto meglio rispetto a quello che si è visto fuori casa, gli stimoli che ci porteranno alla partita di domani sono diversi per tanti motivi: uno fra tutti, chiaramente, è quello di giocare finalmente tra le mura amiche, davanti al nostro pubblico e per la prima volta dopo la splendida promozione dello scorso anno. I ragazzi ne sono coscienti e sono consapevoli delle loro potenzialità, daremo il massimo per far contento il nostro pubblico e riprenderci da questo piccolo scivolone a Gravina“.