Cefalù rimane imbattuta contro Patti con i 38 punti di Deshaun Cooper

Cefalù - Patti
Cefalù - Patti

Seconda sconfitta stagionale per lo Sport È Cultura Patti che cede 94-74 al Pala Ignazio Cefalù contro la Zannella Basket. Una partita giocata bene, nonostante il passivo pesante, contro una squadra con un grande budget e con ambizioni importanti. La squadra di coach Flavio Priulla rimane imbattuta agguantando l’ottava vittoria su altrettante partite, inseguita a quota 14 punti da Costa D’Orlando e Virtus Canicattì, vincitrici rispettivamente a Milazzo e a Gravina. Subito dopo c’è Patti, che rimane a 12 punti in compagnia del Cocuzza e del Green Basket Palermo.
Si parte ed è subito 10-0 per la squadra di casa che fa subito capire di non volere fare sconti. Ci pensa il capitano Costantino a fare il primo canestro dal campo per Patti dopo 5 minuti, ma le percentuali al tiro rimangono basse e la prima frazione di gioco si chiude con il +8 per la Zannella (18-10). Nel secondo quarto Cooper sembra proprio non voler sbagliare nulla, grazie a delle penetrazioni che i giocatori pattesi non riescono a tenere a bada. Lo Sport È Cultura riesce però ad arrivare a 2 punti dalla squadra di casa ma Persano, entrando dalla panchina, mette due triple importanti che allontanano nuovamente gli avversari. La squadra di coach Sidoti tiene botta e riesce a mantenersi al di sotto della doppia cifra di svantaggio all’intervallo (39-30). Nel terzo quarto non c’è partita, Patti ha difficoltà a trovare la via del canestro, soffre la fisicità degli avversari che in attacco non sbagliano nulla e riescono a dare uno strappo importante di 20 punti, che diventano 21  grazie al tiro libero allo scadere di Cefalù(74-53). Gli ultimi 10 minuti dovrebbero essere garbage time, ma Patti parte col piglio giusto, realizzando un parziale di 8 a 0 che riaccende un barlume di speranza, subito spenta sul nascere da Sims e soci. Il risultato finale dice 94-74 per la Zannella Basket, ma le impressioni avute non sono negative, considerando il valore in campo dell’avversario e il bel gioco per buona parte espresso. Una squadra, quella di coach Priulla, che sarà sicura protagonista del campionato, molto profonda e con in roster un giocatore che sembra fuori categoria come Deshaun Cooper, autore tra l’altro del suo high stagionale (38 punti) in questa partita.
Unica nota stonata di questo intensissimo e bellissimo match di pallacanestro è senza dubbio una piccola parte del pubblico di casa che, anzichè tifare la propria squadra e gioire delle loro giocate, ha preferito insultare e provocare per quasi tutti i 40 minuti di gioco Nino Sidoti, ex proprio di Cefalù, di cui ha difeso e onorato i colori in maniera professionale nella stagione 2013/2014.
Dopo questa sconfitta esterna si torna al PalaSerranò. Domenica 15, infatti, alle ore 18:30, lo Sport È Cultura ospiterà Il Minibasket Milazzo, che cercherà di portare a casa i primi due punti stagionali contro una squadra che, fino ad ora, non ha mai perso tra le mura amiche.

Tabellini:  94-74 (18-10 / 21-20 / 35-23 / 20-21)

Zannella Basket Cefalù: Cooper 38, Sims 14, Mollura 11, Sodero 10, Malagoli 8, Persano 6, Terrasi 4, De Lise 2, Cefalù 1, Modaro n.e.  All. Flavio Priulla

Sport È Cultura Patti: Saintilus 21, Custis 17, Costantino 16, Bolletta 11, Sidoti Nino 5, Busco G. 2, Lumia 2, Busco M., Ettaro n.e., Marabello n.e., Sidoti A. n.e., Anzà n.e.  All. Pippo Sidoti