Eugenio Crotti sulla «difesa a uomo obbligatoria o difesa a scelta» nei campionati giovanili

Eugenio Crotti presidente del settore giovanile Fip

Ne avevamo parlato pochi giorni fa, suscitando l’interesse di molti. E’ giusto utilizzare la difesa a zona nei campionati under e a partire già dall’under 13? A distanza di quasi 10 giorni Eugenio Crotti, presidente del settore giovanile e consigliere federale Fip, ha lanciato dal proprio account Facebook una riflessione – che vi riportiamo – sulla «Querelle di tanto in tanto riproposta da chi allena nei campionati giovanili: difesa a uomo obbligatoria o difesa a scelta?»

«Sergio Mazza scrive che negli USA non esistono limitazioni nel tipo di difesa, aggiungo io nemmeno negli altri paesi europei esistono limitazioni. Si Tratta quindi di capire come sia possibile per tutti gli altri crescere atleti (e sul fatto che li crescano e bene spero nessuno abbia da obiettare) in grado di attaccare qualsiasi tipo di difesa e come invece da noi si continui a discutere sulla liceità’ della difesa a zona e della voglia di reintrodurre obblighi che abbiamo già’ utilizzato e dai quali abbiamo dovuto uscire per ragioni tecniche (l’organo tecnico del Settore Giovanile ha effettuato la scelta), ma anche per le continue proteste e accuse tra tecnici, dirigenti e pubblico che per l’intera gara gridavano “zona, zona” ad arbitri (che spesso erano della società’ di casa negli incontri u 13/14) che avevano scarsa capacità di discriminare con certezza una difesa irregolare.

Aggiungo, avendo allenato per anni squadre giovanili, che le mie squadre hanno sempre difeso a uomo a tutto campo per 40′ e attaccato qualsivoglia difesa cercando un tiro utile in pochissimi secondi, mandando sempre tre a rimbalzo e uno a coprire il contropiede. Ritmi alti, coinvolgimento di tutti gli atleti con cambi frequenti, tanto esercizio di tiro negli allenamenti, tiri in tutti i modi, fondamentali individuali pochissimo di squadra.

Scusate la lunghezza ma più’ che per il tipo di difesa schierato sono molto molto piu’ preoccupato delle gravi carenze che vedo nei fondamentali individuali, sempre piu’ trascurati.

Ci sono partite nelle quali gli arbitri sono costretti a fischiare decine di infrazioni di passi perchè la partenza incrociata con tagliafuori del difensore sembra ormai un ricordo …. buon lavoro/divertimento a tutti».