Libertas Alcamo in crescita contro l’U18E di Trapani

Amichevole Trapani U18E - Alcamo
Amichevole Trapani U18E - Alcamo

Una partenza a razzo, sia in attacco che in difesa, e poi una gara in cui a tratti ha funzionato bene la chimica difensiva e in altri frangenti ha girato positivamente l’attacco. A questo punto della preparazione, d’altro canto, i ragazzi di coach Ferrara non sono ancora in grado di giocare 40 minuti con la stessa intensità.

Fra l’altro ieri sera, gli avversari della seconda amichevole, erano tosti, veloci, giovani, più avanti nella preparazione e tecnicamente di buon livello. Inoltre Alcamo si è presentato senza Daniele Ferrara, ancora ai box per almeno un mese, Manuel Bottiglia per un fastidio rotuleo e Marco Russo Tiesi, impegnato con il lavoro.

L’avversario è sicuramente giovane ma la squadra under 18 di Eccellenza della Pallacanestro Trapani punta in alto e ha allestito un roster pescando non soltanto in diverse zone della Sicilia ma anche in Senegal, Russia e Serbia.

Partenza eccellente, quella della Libertas Alcamo che a metà del primo periodo conduceva per 22 a 8. Poi la stanchezza e il ritorno dei giovani avversari rimetteva il match in equilibrio. Il quintetto alcamese, però, risaliva la china con la spinta di Tagliareni, ancora lontanissimo dalla forma migliore, e di Giusti.

Alla fine il successo è stato di una decina di punti. Ma più che il risultato sono da apprezzare alcune cose: la conferma di Ventimiglia su ottimi livelli, l’inserimento nei meccanismi e l’apporto d Ranalli e Provenzano, le triple e il temperamento di Giusti, la gran voglia di lottare di Andrè. Rispetto al primo test è andato meglio anche Genovese.

Stiamo facendo quello che possiamo fare a questo punto della preparazione – ha detto coach Ferrara a fine partita – e il tempo c’è per completare il lavoro prima dell’inizio del campionato. In ogni amichevole mi aspetto sempre il massimo da parte di tutti. Con i sacrifici si conquista il posto in squadra”.