MERCATO. Il Green Basket mette in regia Matias Dimarco

Il nativo di Buenos Aires arriva dalla Virtus Pozzuoli

Carisma, esperienza e temperamento da veterano: si gioca a carte scoperte quando si parla di Matias Nicolas Dimarco, playmaker classe ’84 in uscita dalla Virtus Pozzuoli, al quale il Green ha scelto di affidare la cabina di regia per la stagione 2019-20.

L’arte del passaggio come mantra di una carriera spesa in giro per lo Stivale. Nativo di Buenos Aires, Dimarco, muove i primi passi in Sudamerica con le canotte di Imperio Junior e Velez Sarsfield per poi chiudere il percorso di formazione giovanile in Italia con le canotte di Atri e Ribera. L’esordio tra i senior arriva un paio di anni più tardi, nel 2006, tra le file del Potenza in Serie B. Da lì un lungo girovagare tra B2 e B dilettanti con le maglie di Cagliari, Massafra, Ravenna e Catanzaro, e poi nel 2011 il ritorno in Sicilia tra le file del Canicattì con cui sfoggia la sua migliore stagione in terra nostrana: 14.6 ppg e 6.5 assist di media le credenziali che valgono a Dimarco la chiamata di Trapani e Padova prima di salutare temporaneamente il Belpaese per riabbracciare la sua terra natìa.

Nel 2013 ritorna disputando due stagioni in doppia cifra di media con le canotte di Francavilla e Martina Franca: in entrambe le annate Dimarco si distingue come terzo miglior assistman del campionato. Da lì la chiamata di San Severo dove resta per due anni, vincendo la regular season nel primo e ottenendo il riconoscimento di miglior assistman del campionato nel secondo. Il sud resta la sua dimora anche nelle successive due stagioni: nel 2017/18 fa registrare 8.4 assist di media a Matera, con cui conquista l’accesso ai playoff, mentre nell’ultima stagione figura con la canotta della neopromossa Virtus Pozzuoli. In terra campana non riesce ad evitare la retrocessione nonostante un apporto da oltre 11 punti di media in post season.

L’intera famiglia Green porge un caloroso benvenuto a Dimarco, augurandogli una stagione ricca di successi e soddisfazioni.